Coriano, le emozioni dell’adozione in un libro

Grande successo e ottima affluenza di pubblico in Sala Isotta, sabato 21 maggio scorso, per la conclusione della seconda parte della rassegna letteraria “Leggermente”. L’ultimo evento è coinciso con la presentazione del libro di Delia Del Greco dal titolo “Mamma voglio andare”, in gara per la categoria “Narrativa” e premiato, in occasione del Premio Letterario “Città di Verona” dall’ex direttore della Rai e giornalista Mauro Mazza.

“Rileggendo oggi, a un anno di distanza il romanzo – ha detto Mazza, impossibilitato all’ultimo momento ad essere presente, che ha inviato un messaggio letto al pubblico dall’assessore Giulia Santoni – si prova nuovamente la sensazione di autenticità che ci colpì alla prima lettura: un racconto di vita vissuta, in cui abitano e convivono sofferenza e gioia. Si tratta di una testimonianza importante perché esalta il valore delle adozioni, ne coglie il significato profondo, cioè il desiderio che si fa realtà. Ma l’adozione – ha proseguito Mazza – è un valore altissimo, soprattutto se paragonato alla pratica del cosiddetto “utero in affitto” che resta un gesto egoistico che umilia la donna e riduce a compravendita il meraviglioso dono della vita”.

Forte emozione da parte dell’autrice, del pubblico e del sindaco Domenica Spinelli che con la Del Greco, incrociando gli sguardi di un’altra mamma che ha condiviso il percorso, ha in passato organizzato eventi benefici legati al tema e al titolo del libro. “Adozione come gioia – ha detto il primo cittadino di Coriano ringraziando l’autrice ed i presenti – ma anche della morte, eventi che hanno caratterizzato la vita di questa famiglia. Condivido con Delia due principi che emergono chiaramente dalla lettura: il primo è che un genitore non è chi partorisce il figlio, ma chi lo cresce; il secondo è che i figli non ci appartengono, un genitore li lascia crescere e li fa volare”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui