Coriano, il Museo del Sic fa il pieno per la MotoGp

Un nuovo tributo di affetto per un grande pilota rimasto nel cuore dei tifosi. Non solo sugli spalti del World Circuit di Misano, ma anche nella patria del campione gli appassionati delle due ruote hanno captato forte e chiaro il “richiamo” del Sic a 10 anni dalla tragedia che ha privato tutti di questo ragazzo d’oro. Lo testimonia il grande afflusso al Museo di Marco Simoncelli a Coriano. Da venerdì 22 ottobre fino a lunedì 25, secondo i dati forniti dai responsabili della struttura, sono stati 1.184 i visitatori con una punta massima di 484 ingressi nella sola giornata di sabato 23, giorno in cui nell’ottobre del 2011 Marco ci lasciò a seguito di quel maledetto incidente a Sepang. Sportivi arrivati da tutta Italia, giovani e meno giovani, intere famiglie che hanno visitato i saloni e si sono soffermati sui cimeli del 23enne corianese custoditi all’interno. L’affetto dei fans resta immutato nel tempo e, grazie alla disponibilità della famiglia, il ricordo del campione resta vivo nei cuori di tutti. Testimonianze ne sono state la grande partecipazione alla funzione religiosa celebrata per l’occasione e all’accensione della fiamma del Sic.

“E’ l’ennesima conferma – dice il sindaco Domenica Spinelli – che la scelta di allestire un Museo nel ricordo di Marco, sostenuta a suo tempo da questa Amministrazione, era quella giusta. Vero è che la MotoGp resta un richiamo fortemente legato alle presenze degli appassionati in questa terra, e ringrazio per questo la proprietà del World Circuit per aver messo a dimora la quercia del Sic durante un’emozionante cerimonia, ma è indubbio che l’interesse e la passione di tanti per Marco restano immutati aldilà degli eventi singoli. Siamo orgogliosi e felici – ha concluso la Spinelli – di poter ospitare nella nostra Coriano chiunque voglia vedere con i propri occhi i simboli e i ricordi del nostro campione”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui