Coriano, due stralci dei lavori per la ciclabile di Sant’Andrea in Besanigo

Due gli stralci dei lavori per la realizzazione della pista ciclabile a Sant’Andrea in Besanigo. 

Il primo comprenderà il percorso dalla zona di Colombarina fino al ponte sul Rio Melo, passando attraverso la vecchia via Colombarina, il parco “Donne vittime di violenza” e il parco Bellini. Si tratta di un progetto in stato avanzato finanziato per un importo di 290.000 euro. Si sta procedendo ad adempiere tutti i necessari passaggi burocratici per arrivare in tempi brevi all’inizio dei lavori.

Il secondo stralcio consentirà di collegare il primo al nucleo abitato di S.Andrea con l’inizio della ciclabile in via Vivaldi, proseguendo fino a via Mozart e arrivare così al congiungimento con il parco Donne vittime di violenza mediante la creazione di un attraversamento in sicurezza della via Colombarina. Anche questo progetto verrà sostenuto attraverso uno dei tanti bandi che il PNRR mette a disposizione.

Per quanto riguarda il percorso, la scelta più facile e più semplice sarebbe stata percorrere la via della Repubblica per scendere sulla via Rio Melo e sul ponte che collega Coriano a Riccione. Ma, dopo un’attenta valutazione da parte dell’Amministrazione comunale e dei tecnici, si è evidenziata l’impossibilità di attraversare il tratto della rotonda che incrocia la via Colombarina con la via Rio Melo non essendoci spazi sufficienti a garantire la sicurezza in quanto si tratta di un incrocio trafficato e pericoloso.

Così l’assessore Roberto Bianchi: “Nel nostro territorio comunale le piste ciclabili, per la loro funzione di servizio ai cittadini, ritengo che debbano essere studiate non in prossimità delle strade con pesante traffico veicolare ma che debbano avere facili raccordi e collegamenti affinché possano svilupparsi il più possibile in aree verdi e più salubri. Il progetto della pista ciclopedonale  di S. Andrea in Besanigo è stato studiato dai tecnici progettisti comunali che hanno valutato anche la sua effettiva fattibilità”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui