Coriano apre ad agriturismi e bed & breakfast

Agriturismo, agricampeggi, cantine, bed & breakfast: tutti “a rapporto” questa mattina alla Sala Isotta del Teatro CorTe per un incontro, voluto dalla sindaca Domenica Spinelli che – come noto – ha anche la delega all’Urbanistica, per illustrare nel dettaglio a questo tipo di attività ricettive le opportunità messe a disposizione dalla variante al piano regolatore approvata in Consiglio comunale il 22 aprile scorso. Il tutto riassunto in due principali direttrici: semplicità ed efficacia.

Con la sindaca Spinelli c’era l’architetto Pietro Masini, dirigente del settore Urbanistica.

Quattro gli elementi che indicano le novità immediate: la previsione della possibilità di realizzare edifici ad uso cantina vinicola; la rimozione del divieto di nuovi edifici in aziende agricole costituite in data posteriore all’adozione del Prg del 1997 (3-5-1999); la possibilità di realizzare limitati ampliamenti (10% una tantum con max 30 mq) per servizi accessori (spogliatoi, ripostigli, spazi tecnici) a supporto delle attività agrituristiche; installazione di unità abitative mobili sul 35% del piazzale autorizzate ad agricampeggio.

Nell’occasione è stata messa a disposizione documentazione inerente all’argomento trattato in modo da facilitare la comprensione di norme, articoli e aspetti giuridico-tecnici.

“Abbiamo compiuto un percorso – ha detto il sindaco Spinelli – in tempi molto più rapidi di quelli consueti portando a casa una variante di piano in appena cinque mesi. Questo a dimostrazione che dialogando correttamente con la parte istituzionale e con quella politica i risultati si possono raggiungere. In questo modo il Comune di Coriano concede a chi svolge attività agricola e turistica delle possibilità nel rispetto di alcune norme che consentono ad agriturismo, agricampeggi, b&b e cantine di lavorare in serenità e proficuamente. Siamo in presenza di una variante che risulterà determinante per il futuro e che segnerà la storia di Coriano e della sua vocazione alla ruralità”.

L’architetto Masini, in maniera sintetica rispetto ad una materia così vasta, ha spiegato ai presenti quelle che sono le principali possibilità anche edificatorie inerenti alle zone agricole ed ha risposto, a fine incontro, alle numerose domande arrivate dai presenti. “La variante approvata – ha detto – che diventerà efficace il 25 maggio con la pubblicazione dell’avviso sul BURERT) consente, tra le altre cose, l’installazione di manufatti temporanei e/o stagionali a supporto delle attività agrituristiche (eventi enogastronomici, ricreativi, culturali e sportivi, ecc.) previa assunzione di precise garanzie di rimovibilità”.

“Vi invito – ha concluso il sindaco Spinelli rivolgendosi alla platea – ad andare negli uffici e chiedere quanto di vostra esigenza dove potrete trovare tutto ciò che vi serve. Noi siamo a disposizione, al lavoro fino all’ultimo giorno e pronti a proseguire il giorno successivo. La variante, come il PUG, disegnano la Coriano dei prossimi 30 anni e siamo orgogliosi di aver contribuito con il nostro impegno ed il nostro lavoro ad esserne parte”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui