RIMINI. Controlli nella pesca: scoperti otto lavoratori irregolari e multe per cinquemila euro. E’ il bilancio di un’attività di indagine della Guardia di finanza sul personale imbarcato a bordo di unità da pesca ed adibite alle attività di mitilicoltura.
Le violazioni riscontrate sono state varie: la mancata preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro, l’erronea modalità di assunzione e l’infedele registrazione del libro unico del lavoro. Nel caso di un’attività di acquacoltura, è stato necessario procedere alla sospensione temporanea dell’attività imprenditoriale, “in quanto nel corso del controllo veniva accertato l’impiego di lavoratori irregolarmente assunti in misura superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro”.

Argomenti:

lavoratori irregolari

pesca

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *