Contro la violenza sulle donne: le iniziative di giovedì a Cattolica

Ogni anno in tutto il mondo, a partire dal 2000, governi, associazioni ed organizzazioni non governative pianificano manifestazioni per ricordare le donne che hanno subito e subiscono violenza. Anche l’Amministrazione Comunale di Cattolica sensibile a questo argomento, ha fortemente voluto organizzare, aderire e patrocinare iniziative per dire NO alla violenza di genere.

In particolare giovedì mattina, a partire dalle ore 10,30, in Piazza Roosevelt si potrà partecipare all’inaugurazione di una Panchina Rossa dipinta per l’occasione dall’artista Lorenzo Anzini Loreprod. L’installazione voluta dall’Amministrazione Comunale di Cattolica rientra fra le attività promosse dall’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti (UICI) che curerà il contestuale FlashMob in memoria delle vittime di femminicidio. L’evento sarà accompagnato da letture dedicate in Braille. Sono previsti gli interventi della sindaca Franca Foronchi e dell’Assessora alle Pari Opportunità Claudia Gabellini, della referente Centro Antivoliolenza Cattolica “Chiama ChiAma” Chiara Mussoni e rappresentanti dell’UICI.

Nel pomeriggio, la Sindaca e l’Assessora parteciperanno all’evento che si terrà al Macanno, patrocinato dal Comune, dell’Associazione Chiama ChiAma, ed a cura del relativo Comitato di Quartiere. Dalle 18.00, presso la panchina rossa della rotonda all’incrocio via di Vittorio/via F. da Rimini, prenderà vita un breve momento commemorativo. Il comitato deporrà un omaggio floreale in ricordo di tutte vittime della violenza di genere. Successivamente ci si sposterà in piazza Che Guevara, dove l’evento proseguirà , alle 18,30, con la collaborazione del LorenzVoice of waves e Giulia Boria per momenti di intrattenimento, recitazione e riflessione. Dal comitato arriva l’invito a tutte le donne partecipanti di indossare “scarpette rosse”.

La sera, inoltre, al Teatro della Regina in programma lo spettacolo “Interno familiare” (evento a pagamento): un racconto tratto dalla raccolta “Il mare non bagna Napoli”, capolavoro di Anna Maria Ortese. Feroce ritratto di una donna che mai ha conosciuto l’amore, si svolge nel giorno della vigilia di Natale dove, in una grande casa nel quartiere di Monte di Dio, un’adulta zitella, Anastasia Finizio, scopre che è tornato in città, dopo anni di assenza, un giovane di cui era stata innamorata. Intorno a lei una famiglia atroce, in cui gli egoismi e le invidie condannano i personaggi a una solitudine amara e incosciente.

Da segnalare, infine, l’iniziativa dell’Associazione “Col Sorriso”, sostenuta anche dal Comitato Ventena, che propone l’acquisto di piantine grasse confezionate in pacchi regalo (Per info – cell. 380.7825732). Il ricavato della raccolta sarà destinato a sostenere Chiama ChiAma ed in particolare il Centro Antiviolenza Distrettuale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui