Contagi: l’ospedale di Cesena prepara di nuovo il reparto Covid

Lo scorso anno di questi tempi i contagi quotidiani da coronavirus erano quasi sempre a zero. Effetto del prolungato lockdown primaverile, delle maggiori attenzioni prestate da molti nelle relazioni sociali e della variante B1 dominante, molto meno aggressiva della attuale Delta.

Ieri i controlli quotidiani dell’Ausl sulla pandemia hanno detto che nel Cesenate ci sono stati 41 nuovi infettati dal coronavirus. I numeri ormai sono tali che serve essere pronti, ed alla Medicina Interna dal Bufalini si stanno preparando: con un corridoio che verrà man mano svuotato dei pazienti “normali” ricoverati, per essere di nuovo convertito alla cura esclusiva del coronavirus.

La statistica della pandemia è chiara da tempo. Ogni 100 persone contagiate una media di 5.3 finisce per aver bisogno dell’ospedale. Nell’ultimo report Ausl sulla Pandemia che ha chiuso i conti lunedì scorso si è visto che i reparti Infettivi (a Rimini e Forlì) hanno in carico 46 pazienti infettati dal coronavirus. Di questi 46 pazienti, quattro si trovano in letti di terapia subintensiva. Un numero di contagiati che esclude le persone che si trovano invece negli spazi di osservazione breve covid dedicati dei vari pronto soccorso romagnoli. Insomma: presto Cesena non potrà più “cedere” i propri pazienti infettati e bisognosi di cure agli altri ospedali e dovrà tornare a gestirli all’interno del Bufalini.

Di qui la preparazione alla ripartenza di spazi Covid al 6° piano dell’ospedale: quello in cui gravita la Medicina Interna.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui