Consumatori, ok le intese contro il caro-bollette

Contro il caro-bollette e per uno sviluppo più sostenibile la risposta può passare da un’intesa tra le associazioni di consumatori, le istituzioni e le imprese. Sono proprio gli attivisti che da tempo si battono su questo tema a lanciarlo sul tavolo come buona pratica da condurre non solo in Emilia-Romagna ma in tutto il Paese. Renza Barani, presidente Federconsumatori Emilia-Romagna, la lancia come una sfida.

«Sì, dovrebbe essere questo un modello da proporre, anche perché ci sono temi che vanno posti su un tavolo di collaborazione», commenta.

Oltre che con loro, il gruppo Hera ha siglato con le realtà regionali di Adiconsum, Lega Consumatori, Udicon e Cittadinanzattiva alcuni ‘patti’ su come estendere la tutela delle famiglie in forte difficoltà a causa dell’aumento del prezzo dell’energia. Un peso che può incidere, non poco, oltre che sul portafogli delle famiglie anche sulle riconversioni ecologiche. «Sono accordi che possono aiutare anche nello sviluppo di azioni sostenibili», ha aggiunto Barani. Intanto, mentre si ragiona sul futuro, sono i rincari a farsi sentire. Per quanto riguarda il settore delle rateizzazioni il Gruppo Hera nel solo 2021 ne ha concesse 200.000 ai propri clienti. È stata confermata l’opportunità per i propri clienti di rateizzare in 10 mesi per le bollette invernali, senza applicazione di interessi, con la conseguente sospensione delle azioni di distacco. Come anche la possibilità di avere la prima rata pari a solo un terzo della bolletta. Per tutti coloro i quali hanno la bolletta multiservizi la rateizzazione viene estesa anche agli altri servizi, come l’acqua.

Inoltre, per le famiglie con importi delle bollette superiori a 1.000 euro, la multiutility vuole valutare richieste di rateizzazioni superiori ai 10 mesi. Per casi particolari, invece, affronterà anche la rimodulazione di piani di rientro già concessi per i clienti che abbiano la volontà di onorare il debito, sia pure dilazionato nel tempo. Sono stati inoltre rinforzati tutti i canali di contatto, a partire dagli sportelli cliente e dai call center, attraverso i quali ottenere le rateizzazioni (i numeri verdi, per i clienti domestici 800.999.500 e per i clienti business 800.999.700, sia da telefono fisso che cellulare, sono disponibili dal lunedì al venerdì 8-22 e sabato 8-18.). «L’incontro di oggi è per noi l’occasione per ribadire l’intenzione del Gruppo Hera di accompagnare e cercare di tutelare i propri clienti in questo periodo di difficoltà. L’accordo e le agevolazioni concordate si integrano agli impegni che abbiamo già preso da tempo e rafforzato in questo periodo di maggiore complessità e volatilità dei prezzi dell’energia – spiega Cristian Fabbri, direttore centrale mercato e amministratore delegato di Hera Comm – Il personale del Gruppo Hera è a disposizione di famiglie e imprese attraverso ogni canale di contatto, dagli sportelli presenti capillarmente sul territorio al servizio clienti (i numeri verdi, per i clienti domestici 800.999.500 e per i clienti business 800.999.700, sia da telefono fisso che cellulare, sono disponibili dal lunedì al venerdì 8-22 e sabato 8-18), per agevolarli nella scelta della dilazione migliore in base alle loro esigenze. Per le situazioni di maggiore fragilità è sempre possibile richiedere l’attivazione tempestiva dei Bonus Sociali. Inoltre, sono già in essere protocolli con numerose amministrazioni comunali che, attraverso la collaborazione con le strutture dei Servizi Sociali, per attivare iniziative ulteriori e specifiche».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui