Conselice, pronto il Piano per le potature e la cura del verde


Il Comune ha preparato il Piano di potature di una serie di alberature cittadine in tutte le frazioni del territorio conselicese. Il servizio è previsto nell’ambito dell’Accordo quadro per la manutenzione e la valorizzazione del patrimonio arboreo comunale per le annualità 2021-2023 dell’importo complessivo di 150.000 euro.

Il Piano delle potature invernali permetterà di mettere in sicurezza una serie di viali, in particolare caratterizzati da filari di platani, tigli e ippocastani, per quasi 250 alberi, e in particolare: via Marconi, via Amendola, scuola media Lavezzola, via Reno/via Pellico, via della Resistenza, via Matteotti, via Rinascita, via Verdi, via Fratelli Cervi.

A tale scopo sono previste alcune giornate in cui la viabilità nelle zone interessate potrà essere rallentata dai lavori di potatura. Le vie subiranno una chiusura temporanea al traffico, al fine di consentire ai cantieri mobili di lavorare in sicurezza, lasciando comunque ai residenti e ai mezzi di soccorso e di trasporto pubblico urbano la possibilità di transitare per l’accesso alle proprie abitazioni o per garantire il servizio pubblico.

La viabilità alternativa e le deviazioni saranno segnalate in modo chiaro, anche con cartelli informativi che verranno posti nelle vie interessate ai lavori. La chiusura si renderà necessaria solo nel momento in cui le squadre operative saranno al lavoro, quindi indicativamente dalle ore 7.30 alle ore 17. In orario non lavorativo, nelle ore notturne e nelle giornate festive le strade saranno quindi aperte ed il traffico sarà del tutto regolare.

Nell’esecuzione delle potature la ditta appaltatrice, su indicazione dei tecnici comunali, applicherà corrette tecniche arboricolturali, in particolare per le latifoglie si cercherà di privilegiare una potatura a tutta cima, evitando per quanto possibile la pratica scorretta della capitozzatura.

Proseguirà contestualmente anche nel 2022 l’attività ordinaria di monitoraggio e di controllo di stabilità delle alberature, con ulteriori fondi già impegnati, ai fini dell’individuazione di quelli affetti da carie o altre patologie, oppure deperienti o con lesioni di tale gravità da rendere necessario la loro eliminazione per la messa in sicurezza stradale o per la pubblica incolumità, oppure della segnalazione degli interventi mirati da effettuare allo scopo di garantirne la migliore qualificazione.

Dove le condizioni del sito lo permetteranno, si procederà anche alla ripiantagione con una serie di giovani piante, in caso contrario si procederà a eliminare o fresare la ceppaia mettendo in sicurezza l’area.


«Nella consapevolezza di recuperare competenza e azione di messa in sicurezza delle alberature costituenti il nostro verde pubblico, oltre a dare vita a un accordo quadro per le potature e per la valutazione delle piante, è nostra intenzione avviare una collaborazione con l’università di Bologna, corso di laurea in Verde ornamentale e paesaggio – riferisce il sindaco Paola Pula –. L’esigenza di piantare alberi e di realizzare interventi di forestazione urbana, per ridurre il calore e catturare Co2, costituisce una necessità indifferibile per il nostro Comune allo scopo di contribuire a migliorare la qualità dell’aria».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui