CONSAR RAVENNA 1

GAS SALES PIACENZA 3

CONSAR RAVENNA Loeppky 10, Grozdanov 8, Pinali 15, Recine 11, Mengozzi 7, Redwitz 2, Kovacic (L); Arasomwan, Zonca, Batak, Koppers 1. Ne: Giuliani, Pirazzoli (L), Rossi. All.: Bonitta.

GAS SALES PIACENZA Russell 15, Polo 5, Grozer 29, Clevenot 13, Candellaro 2, Hierrezuelo 4, Scanferla (L); Tondo 5, Antonov. Ne: Izzo, Botto, Shaw, Fanuli (L). All.: Bernardi.

ARBITRI Canessa di Bari e Santi di Perugia.

PARZIALI 20-25, 25-20, 23-25, 19-25.

NOTE Durata set: 27’, 29’, 32’, 30’ (tot. 118’). Consar: battute vincenti 5, sbagliate 15, muri 4, errori 11; Gas Sales: battute vincenti 7, sbagliate 20, muri 6, errori 13. Mvp: Clevenot. Spettatori: 272 (incasso 2412 euro).

Che la musica sarebbe stata diversa da mercoledì era più che una certezza, ma di sicuro il Piacenza che espugna il “deserto” del Pala De André (solo 272 paganti sui possibili 700) è lontana parente da quella di Coppa. Contro autentici campioni come Grozer (ben 29 punti), Clevenot e Russell, svegliati dalla cura Bernardi e stavolta ben orchestrati da Hierrezuelo, nel debutto in Superlega la Consar fa quel che può, cercando di ribattere colpo su colpo con le proprie armi, grinta ed entusiasmo su tutto. La chiave di volta del match è però rappresentato dal terzo parziale, vinto di un soffio dagli ospiti, con la formazione di Bonitta che non riesce a trovare il giusto guizzo.

Come quello ravennate, il sestetto piacentino è lo stesso di mercoledì, ma lo spirito e la voglia di lottare sono del tutto diversi, come si vede fin dalle prime battute. Gli ospiti partono con il turbo, scattando sul 2-5 per l’ace di Grozer, che si ripete nella palla break del 6-11. Recine a muro e Grozdanov in battuta riportano a -2 la Consar (10-12), ma Clevenot allontana di nuovo gli avversari: 12-16. L’ace di Koppers e la schiacciata di Pinali, che vale il 20 pari, illudono il Pala De André, perché la Consar si blocca all’improvviso e i biancorossi si aggiudicano il primo set con il servizio vincente di Russell: 20-25.

La Gas Sales cala nella seconda frazione e i padroni di casa ne approfittano, piazzando un break di 7-0 che frutta il 10-3 a firma soprattutto di Redwitz, autentico trascinatore. Gli emiliani non mollano e rosicchiano punti con Grozer (15-10) e Hierrezuelo (19-16), ma la risposta dei ravennati è immediata e passa dalle mani di Pinali, autore dell’ace del 24-20, mentre sul secondo set ball Grozer sparacchia fuori la battuta: 25-20.

Anche nel terzo periodo parte meglio la Consar (6-2), che però presta il fianco sugli attacchi di Clevenot, concreto dai nove metri per il pareggio a quota 10. Un’invasione di Redwitz costa il sorpasso (14-16), Grozer dice 16-19, ma Recine riporta il match in equilibrio: 20-20. Il colpo di reni dei biancorossi è immediato ed è soprattutto merito di Russell, che mette a terra i palloni del 20-22 e del 23-25. Nel quarto set si scaldano gli animi, complici alcune decisioni degli arbitri, favorendo l’allungo della Gas Sales: 8-11. Il muro di Mengozzi vale il -1 (13-14), ma Piacenza abbozza una nuova fuga con Clevenot e Grozer: 14-19. Con l’ace di Clevenot (17-24) il divario diventa incolmabile, mentre Russell mette la parola fine alla sfida al terzo match ball: 19-25.

Argomenti:

CONSAR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *