Confartigianato sugli Alpini: Rimini ne esce male anche per colpa sua

Rimini esce male da ciò che a livello nazionale si sta affermando”. E “hanno contribuito anche le parole spese dentro la città”. Il presidente di Confartigianato Imprese Rimini, Davide Cupioli, interviene sulle polemiche generate dall’Adunata nazionale degli Alpini, sottolineando che gli episodi di molestie alle donne “vanno condannati e combattuti duramente, ma si può anche decidere di usarli per guadagnare consenso, spesso politico”. Il weekend scorso, argomenta, “ci ha regalato emozioni bellissime”: da un lato “il successo economico, dall’altro l'”esempio di generosità e solidarietà” che rappresentano le Penne nere, “un richiamo a valori che stiamo perdendo, che i nostri figli faticano a vedere nella società attuale”. La storia di Rimini, prosegue, è “creare assembramenti di persone e poi dar loro la migliore opportunità di stare in un ambiente accogliente e organizzato. E dobbiamo sempre più bravi a farlo”. Certo, casi di molestie “sono evidentemente avvenuti” e i vertici degli Alpini “hanno promesso che saranno tempestivi e duri nell’intervenire”. Resta il compito, conclude Cupioli, di “fare molto di più per seminare fra noi il pieno riconoscimento di ogni persona. Sarà più facile riscoprendo i valori più solidi e dagli Alpini ne abbiamo colti con chiarezza”. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui