Comune di Cesena: 4 nuove linee di intervento anti pandemia

L’approvazione del rendiconto di bilancio 2020, avvenuta in Consiglio comunale giovedì 29 aprile, sblocca l’utilizzo di una importante quantità di risorse. Oltre all’ordinario avanzo di amministrazione (circa 6 milioni di euro, di cui 4 con destinazioni d’uso prefi ssate e 2 di c.d. avanzo “libero”), il Comune di Cesena può contare anche su ulteriori 5 milioni di uno speciale “avanzo vincolato Covid”, frutto dei trasferimenti straordinari decretati dal Governo per aiutare gli Enti Locali a far fronte all’emergenza pandemica.
È intenzione dell’Amministrazione impiegare fi n da subito una gran parte di tali risorse per
dare una risposta rapida e incisiva alle esigenze delle attività economiche, ma anche delle
famiglie, delle associazioni sportive, culturali e di tutte le realtà del territorio cittadino
fortemente provate da questa crisi. In particolare, è stato valutato che nella prossima variazione, a metà maggio, potranno essere utilizzati ben 9 milioni di avanzo che, unitamente ad ulteriori risorse aggiuntive (monetizzazioni Edilizia, dividendi società partecipate, trasferimenti da Stato e Regione), porteranno a un’iniezione nel Bilancio 2021 di oltre 10 milioni di euro.
Per far sì che tale importante somma di denaro possa dare il massimo frutto, con un giusto
bilanciamento fra le varie categorie di destinatari e fra le due finalità di ristoro immediato e di
investimenti per una ripresa duratura, evitando interventi a pioggia e non coordinati, è nata l’idea di gestire queste risorse (e quelle che seguiranno nelle prossime variazioni) all’interno di una programmazione ad hoc, un “Piano Territoriale di Ripresa e Resilienza” che, sulla falsariga del PNRR nazionale e del NGEU europeo, individui chiaramente le direttrici sulle quali focalizzare gli impegni, garantendo al contempo una visione di insieme e uno strumento di monitoraggio degli obiettivi.
Più in dettaglio, nel Piano Territoriale di Ripresa e Resilienza (Territoriale, e non Comunale, perché il Piano ambisce a essere un quadro di riferimento in cui si possano inserire contributi progettuali ed economici di altre realtà locali, anche oltre i confi ni amministrativi ) trovano posto quattro linee di intervento:

  1. Sostegno alle attività economiche.
  2. Sostegno a persone e famiglie, scuola.
  3. Servizi educativi, formazione professionale, giovani.
  4. Transizione ecologica, cura della salute e nuove infrastrutture verdi e tecnologiche.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui