Comitati di quartiere, Pd: “Niente informazioni dal Comune”

Domenica si svolgeranno le elezioni dei rappresentanti dei 21 nuovi comitati di quartiere. La segretaria del Partito Democratico, Maria Teresa Vaccari a pochi giorni dal voto muove una critica all’amministrazione.

«Spiace dover constatare, tuttavia, che gli impegni presi, in particolare dall’assessora Andrea Cintorino, per un’informazione diffusa e capillare, siano stati ampiamente disattesi. Era stato annunciato l’invio di tre lettere a tutte le famiglie forlivesi, mai recapitate, per informare sulle modalità di candidatura e di elezione, ma, soprattutto, per indicare il nuovo quartiere di appartenenza. Infatti, il dimezzamento e la ridefinizione dei confini dei nuovi quartieri comporta per moltissimi cittadini cambiamenti sostanziali e decisamente poco pubblicizzati».

Alle critiche il Comune risponde con un impegno di spesa di circa 10 mila euro, impiegati per azioni di promozione per il rinnovo dei componenti dei comitati di quartiere. «Io credo che avremo dei buoni risultati – spiega direttamente l’assessora Andrea Cintorino –. Ci siamo mossi con un primo volantinaggio su tutta Forlì, specialmente nelle frazioni nella quale venivano spiegate le modalità di voto e dove bisognava votare, Inoltre, in questi giorni abbiamo attivato delle campagne di sponsorizzazione su tutti gli organi di informazione locali ed, infine, ai comitati di quartiere abbiamo consegnato materiale informativo. Posso dire con certezza che proprio questi hanno svolto un lavoro capillare di informazione, quasi casa per casa. Dispiace ricevere questa critica e anzi, è ben accetta qualsiasi forma di collaborazione perché fino ad ora è stato fatto il possibile». Si vota domenica 24 ottobre dalle 8.30 alle 18. Possono votare tutti i cittadini residenti nell’ambito territoriale del comitato di quartiere alla data di pubblicazione dell’avviso di indizione delle elezioni (26 agosto 2021). Dovranno avere età superiore a 16 anni e dovranno presentarsi al seggio con un documento di riconoscimento. Per i cittadini stranieri è richiesta la residenza nel Comune di Forlì da almeno 3 anni. Nel territorio comunale sono attivi 21 seggi, uno per ogni comitato di quartiere.

«Mi aspetto una buona affluenza e ampia partecipazione – conclude Cintorino – Una volta che i nuovi componenti dei comitati di quartiere saranno eletti, faremo partire un’altra campagna di sensibilizzazione e volantinaggio per portare a conoscenza dei cittadini quali siano i loro nuovi punti di riferimento». Al di là delle polemiche, invece, Maria Teresa Vaccari esorta tutti i cittadini forlivesi ad andare a votare «perchè le elezioni sono sempre un importante momento di partecipazione e di democrazia, a partire dagli organismi di rappresentanza più prossimi alle persone, come sono appunto i comitati di quartiere che, è utile ricordare, sono composti da volontari a titolo completamente gratuito».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui