Colazione stellata al San Domenico, torna la stagione del brunch

Comincia una nuova stagione … di brunch. L’anno scorso l’uso si è diffuso, quest’anno fra obblighi di desinare all’aperto e orari anticipati, con ogni probabilità riprenderà piede come e più di prima. A dare il la è ad esempio lo stellato San Domenico di Imola. Cominciare la giornata facendo colazione in uno dei “templi” della ristorazione italiana non è male al San Domenico di Imola, succede nel verde e rigoglioso dehors, ombreggiato da piante aromatiche e alberi secolari del giardino dedicato al medesimo santo che circonda la chiesa e l’ex complesso conventuale oggi museo cittadino in pieno centro storico. Il bistellato più longevo d’Italia accoglie i suoi clienti con la “Colazione in Giardino”, una carta esclusiva di dieci portate che accompagneranno i fine settimana, a cominciare da questo mese e per tutto il periodo estivo, con proposte che spaziano tra dolce e salato, ricette inedite e piatti stagionali ideati e curati dallo chef Max Mascia. Un’occasione unica per vivere il San Domenico in un momento della giornata più intimo e raccolto, ma godendo dell’inconfondibile cucina di sempre, che unisce la tradizione e maestria di Valentino Marcattilii allo spirito fresco e unico di Max. Una cura speciale è riservata alla scelta di materie prime tutte italiane, secondo stagionalità e grande freschezza. Fin dal mattino, il profumo inconfondibile dei lievitati della colazione, il burro di malga e le marmellate fatte in casa: croissant fragranti e soffici pancake. Anche i piatti salati raccontano una tradizione culinaria, dalla bruschetta di pane caldo con astice, burrata e gazpacho al basilico, alla “Ricciola” di Imola con prosciutto Zuarina 30 mesi e raviggiolo. Ma anche il salmone Red King leggermente affumicato, abbinato a blinis di panna acida al caviale Siberian Royal, fino al club sandwich farcito con faraona, guanciale affumicato croccante, maionese alla rucola e frittatina agli stridoli. Il tutto come sempre servito sulle porcellane storiche del Ristorante e accompagnato da spremute freschissime, succhi di frutta biologici o centrifugati con frutta e verdura di stagione e una caffetteria curata, the e tisane ma anche un immancabile calice di vino, una bollicina scelta dal sommelier Francesco Cioria.

Si potrà godere della “Colazione in Giardino” solo su prenotazione ogni sabato e domenica dalle 9.30. Il servizio della colazione terminerà tassativamente alle 12, quando il dehors del San Domenico si preparerà ad accogliere i clienti del pranzo. Il costo della “Colazione in Giardino” è di 50 euro a persona comprende tre portate a scelta, due prodotti di caffetteria e l’acqua. Si possono aggiungere al menù il Caffè Shakerato, il Calice di Ferrari Riserva Lunelli o scegliere dalla carta dei vini. Oltre alla “Colazione in Giardino” del fine settimana, il San Domenico di Imola è aperto dal lunedì alla domenica a pranzo dalle 12 e a cena dalle 19.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui