“Coi miei video tutorial insegno tutti i segreti delle biciclette”

Più di 120mila iscritti al canale Youtube “Bicifaidate” e 30 milioni di visualizzazioni totali: sono questi i numeri del bici-youtuber riccionese Lorenzo Bartolucci. L’avventura è iniziata quasi per caso 6 anni fa e da allora per Bartolucci, che sui social è noto come Lory Bart, è iniziata un’avventura da vlogger che ha portato tantissimi appassionati di bici a riunirsi sotto i suoi video. Nel suo negozio-officina Factoryitalia.com, negli ultimi mesi, oltre ai clienti abituali, si sono affacciati anche fan e seguaci del canale Youtube.
Com’è nata l’idea di portare la sua professione dall’officina al web?
«È nata quasi per gioco. Era il 2014. Un amico che abita in montagna aveva bisogno di aiuto per montare un accessorio. Ho deciso allora di fare un video per spiegarglielo e l’ho caricato su Youtube. Così sono iniziate ad arrivare le visualizzazioni di tante persone e ho deciso di continuare».
Ora invece possiamo definire questa attività come un altro lato della sua professione?
«In un certo senso sì. Sempre insieme all’officina e al negozio di bici. Sul mio canale faccio test, riparazioni, tutorial… E ora mi contattano sponsor piuttosto importanti. Sono appassionato di video e faccio sempre tutto da solo, anche se mi impiega moltissimo tempo: ma questo è il modo migliore che ho di esprimermi».
Tra i contenuti che pubblica quali sono quelli che i preferiti?
«I tutorial. Sono i video che la gente continua ad andare a vedere, anche se magari li ho pubblicati tantissimo tempo fa. Se sei appassionato di qualcosa e sai farlo bene e decidi di fare tutorial stai sicuro che la gente li andrà a cercare per imparare e fare le cose da soli. Non faccio spettacolo, quello che faccio è tutto nel nome del mio canale “Bicifaite”: video che aiutano gli appassionati a imparare tutto sulle bici».

Anche da zero?
«Certo. Per chi vuole imparare il mestiere di meccanico di bici dalle basi ho organizzato dei corsi per abbonati, che adesso faccio a distanza ma che spero presto di poter fare di persona».

Ha nuovi progetti in vista, oltre a quelli che ogni settimana porta avanti sul canale?
«Con altri due amici stiamo cercando di realizzare un progetto, ovviamente in bici, legato alla seconda guerra mondiale. Con un mio amico appassionato di storia, Gianluca Alessandrini e William Ciotti scopriamo in bicicletta la storia e il nostro territorio. Non è facile portarlo avanti perché non sempre riusciamo a trovarci insieme, ma abbiamo ricevuto molti commenti positivi anche da parte di professori».
Più in generale che rapporto ha con la sua community?
«Di solito chi arriva sul canale per vedere un tutorial poi si ferma e vede anche gli altri video. Per i corsi ho ricevuto tante richieste, mentre i feedback negativi e i troll sono veramente pochi. I miei follower mi sostengono e questo mi rende anche un po’ orgoglioso, ma senza mai diventare sborone».

È capitato che in officina si presentasse qualcuno dei fan di Youtube?
«Sì, quest’anno in particolare. Ogni giorno si presentava qualcuno per conoscermi di persona e per chiedermi di fare foto insieme, come se fossi uno famoso! Questo mi ha davvero stupito». (Allegra Zanni)

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui