Civitella, le classi premiate per il concorso “Un paese nell’anima”

E’ giunto al termine il concorso “Un paese nell’anima”, promosso da Conad city Civitella e sostenuto dal Comune, rivolto ai ragazzi della scuola media del paese. Nello specifico l’intento è stato quello di promuovere il potenziale artistico-espressivo degli studenti e rafforzare nei più giovani la consapevolezza e la conoscenza del luogo in cui vivono, con il suo passato e la sua storia. Tre, quindi, le ricerche e gli elaborati prodotti dai ragazzi durante l’anno scolastico per altrettanti luoghi e momenti simbolo del paese in cui abitano. La classe 1ª si è concentrata sul santuario della Suasia, significativa creazione di architettura rinascimentale toscana, fu costruito nella seconda metà del 1500 per volere dei civitellesi a ricordo della miracolosa apparizione della Beata vergine ad un povero orfanello nel 1556 nei pressi di una celletta esistente vicino al torrente Suasia L’edificio di culto venne restaurato tra il 1969 e 1970. La 2ª, invece, ha condotto una ricerca sul carnevale civitellese, tradizione che ancora oggi è molto sentita all’interno del Comune della valle del Bidente. Infine, la classe 3ª ha presentato un lavoro sul teatro Golfarelli, riaperto al pubblico nell’ottobre del 2016. «Le classi prima e terza hanno presentato elaborati dettagliati e corposi, la seconda aveva meno materiale da cui attingere ma ha fatto altrettanto un buon lavoro concentrandosi sulle interviste, pertanto tutte e tre le ricerche sono state giudicate lodevoli a pari merito – afferma il sindaco, Claudio Milandri –. Le sezioni sono state premiate tramite pergamena ed è stato rilasciato un attestato di partecipazione ad ogni alunno. Ringraziamo studenti, insegnanti e dirigenza scolastica per il lavoro fatto e il tempo dedicato, Sergio Domenico Menghetti e Valentina di Conad City che hanno promosso il concorso e devoluto alla scuola 400 euro per le attività didattiche, nonché Ernesto Toschi e Mauro Torelli componenti della giuria, che hanno aiutato i ragazzi con le informazioni necessarie alla redazione delle ricerche».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui