Civitella, i residenti: Bidentina pericolosa

Installazione degli autovelox fissi nei centri abitati per limitare la velocità delle auto che vi transitano, mettendo così in sicurezza gli attraversamenti pedonali e scongiurando il pericolo di incidenti mortali. È l’intervento da cui, secondo un gruppo di residenti della vallata del Bidente, si dovrebbe partire con urgenza per la messa in sicurezza della Sp4. «Da anni – spiegano – cerchiamo di portare all’attenzione di Comune, Provincia, Prefettura e Questura, il problema della sicurezza della Bidentina. Dal 2018 scriviamo lettere e raccogliamo firme perché le suddette amministrazioni prendano provvedimenti per tutelare la sicurezza dei centri abitati attraversati dalla Bidentina. Il 26 novembre si è tenuto a Civitella un convegno sulla messa in sicurezza e riqualificazione della Sp4 dove si è verificato il maggior numero di incidenti del comprensorio forlivese – ricordano i residenti –. Si è inoltre sottolineato che l’arteria serve distretti industriali e turistici di grande importanza con al centro lo stabilimento del Gruppo Amadori, la Cangialeoni Group oltre al Parco nazionale e la diga di Ridracoli dimenticandosi però di dire che questa dislocazione “privilegiata” produce anche un intenso traffico di mezzi pesanti che non rispettano i limiti di velocità, senza considerare le auto che attraversano i paesi a velocità folli rendendo quasi impossibile un sicuro attraversamento sulle strisce pedonali».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui