Quello raccontato oggi pomeriggio dal bilancio 2019 della cooperativa sociale Cils all’assemblea annuale è stato un anno denso di significato e di risultati. La cooperativa sociale cesenate ha festeggiato infatti i 45 anni dalla fondazione, ma ha anche introdotti il comitato etico, il piano di welfare aziendale, ha proceduto all’aggregazione con altre cooperative sociali come la forlivese For.B e ha inaugurato il ristorante “Well Done Cils Social Food” in piazza della Libertà, dove sono state inserite a lavorare 6 persone con disabilità.

Bilancio 2019

Il bilancio d’esercizio 2019 registra un risultato economico di 81.389 euro, con un consistente incremento del numero degli occupati (463 al 31 dicembre 2019), 38 in più rispetto al 2018. Il valore della produzione, pari a 12 milioni e 836.525 euro supera di 681.076 euro quello dello scorso esercizio. Il costo per il personale è stato pari a 8 milioni 493.606 euro, in aumento rispetto al 2018 di 607.719 euro. La gestione caratteristica della cooperativa nel 2019 ha registrato un risultato positivo di 353.892 euro.

La forza lavoro

La composizione della base lavorativa, aggiornata al 31 dicembre 2019, è di 463 unità (di cui 378 con contratto a tempo indeterminato). Il totale del personale con disabilità assunto è pari a 68 unità, con una percentuale media di invalidità del 67% e un’età media di 47 anni. In particolare, 21 dipendenti disabili hanno il 100% di invalidità (14 con accompagnamento) e 14 persone disabili con età pari o superiore ai 50 anni.

Sinergie importanti

«In questo difficile periodo – è intervenuto il presidente di Cils Giuliano Galassi – l’obiettivo prioritario è di far fronte comune per riuscire a mantenere i livelli occupazionali».

«Il periodo di lockdown – ha commentato l’assessora Carmelina Labruzzo – ci ha ricordato l’apporto fondamentale dei servizi che la cooperativa ha continuato ad offrire, a beneficio della comunità».

Dopo gli interventi del direttore di Confcooperative Forlì-Cesena Mirco Coriaci e di Alberto Alberani, responsabile di Legacoop Emilia-Romagna, è toccato al direttore della Cils Lorenzo Zanarini l’intervento conclusivo con cui ha ringraziato gli ospiti per «le belle dichiarazioni che rendono merito agli sforzi».

Argomenti:

bilancio

Cils

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *