Ciclista tentò di rubare (falso) Rolex in hotel a Faenza, condannato

Ciclista tentò di rubare (falso) Rolex in hotel a Faenza, condannato

FAENZA. Da un lato la passione per la bici, dall’altro una sorta di dipendenza dal compiere furti. Due “vocazioni” che, associate, si sono trasformate in un colpo in stile “I soliti ignoti”: una rapina impropria, compiuta indossando una tuta da ciclista per sottrarre un Rolex (poi rivelatosi un falso del valore di 15 euro) e fuggire a mani vuote in sella a una vistosa bicicletta da corsa. Le immagini delle telecamere di sicurezza dell’hotel Cavallino non hanno lasciato dubbi ai carabinieri di Faenza, che hanno identificato il ladro ciclista, un 56enne di origini baresi residente a Rimini, quale responsabile del colpo avvenuto il 3 agosto 2016 nella nota struttura alberghiera di via Forlivese. Così ieri è stato condannato a due anni di reclusione.

I dettagli nel Corriere Romagna oggi in edicola

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *