IMOLA – C’è una clamorosa ipotesi Emilia Romagna per i Mondiali di ciclismo, che avrebbero dovuto svolgersi ad Aigle-Martingny in Svizzera dal 20 al 27 settembre, ma saltati pochi minuti fa a causa della decisione del Governo rossocrociato di impedire fino al 30 settembre gli eventi con più di 1000 persone coinvolte. L’Uci ha comunicato che cerca un’alternativa sempre in Europa, su un percorso difficile e forse con un programma accorciato. Ecco allora saltare fuori la candidatura forte della regione Emilia Romagna, con gare in programma sabato 26 e domenica 27 settembre (solo donne e uomini professionisti). Logico pensare all’Autodromo di Imola, che già ospitò la rassegna iridata nel 1968 (vittoria di Adorni): le strutture dell’Enzo e Dino Ferrari e il “circuito” dei Tre Monti andrebbero a soddisfare tutte le richieste dell’Uci. Alternative? Il Veneto e forse la Francia. Ma l’Emilia-Romagna sembra davvero la favorita.

Argomenti:

Aigle-Martingny

imola

Mondiali

svizzera

Uci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *