IMOLA – Ogni vittoria ne accresce il valore, ogni vittoria aumenta il rimpianto. Continua a vincere Alessia Patuelli che domenica ha conquistato la vittoria della gara Juniores di Offida e contemporaneamente la classifica finale del “Giro delle Marche in Rosa”. Per l’imolese del Team Breganze Millenium le vittorie stagionali diventano così tre e con esse aumenta il rammarico per quello che sarebbe potuto essere il mondiale di casa. Al recente europeo di Plouay la Patuelli, che poteva ambire tranquillamente ad una medaglia, si è sacrificata per la compagna Eleonora Gasparrini lanciandone la volata vincente. Il mondiale sarebbe stato l’occasione perfetta per vedersi restituire il piacere e per lottare per qualcosa di importantissimo. Un sogno cancellato dall’Uci, che ha optato per non disputare le gare riservate a Juniores e Under 23, togliendo alla Patuelli la possibilità di disputare il mondiale casalingo e alla Romagna le uniche due atlete (oltre alla Patuelli c’era la forlivese Carlotta Cipressi) in grado di vestire la maglia azzurra. La Patuelli non nasconde il rammarico: «C’è molta rabbia perché il mondiale in casa sarebbe stato l’occasione della vita. Il percorso sarebbe stato veramente molto bello e avrei avuto la possibilità di correre davanti agli amici, alla mia famiglia e per le strade che mi hanno visto crescere. È un rammarico molto grande».

La recente vincitrice del Giro delle Marche non nasconde le proprie critiche. «Penso che chi comanda abbia sbagliato perché non c’erano ragioni valide per toglierci il mondiale. I professionisti hanno tantissime corse importanti in calendario. Nella categoria Juniores il mondiale è semplicemente la corsa più importante e l’unica con un minimo di visibilità televisiva a livello internazionale. E ci è stato tolto».

Infine giusto chiedere ad una donna un pronostico sulla gara femminile Elite che invece a Imola si disputerà. «Dico Paesi Bassi – chiosa la Patuelli – con Van Vleuten o Van Der Breggen».

L’ULTIMA DOPPIA VITTORIA

Alessia Patuelli era già in testa alla classifica Juniores (maglia bianca) del Giro delle Marche in Rosa già al termine delle prime due frazioni. Ma la stoccata decisiva è stata fatta nel corso dell’ultima gara ad Offida, dove le Donne Juniores hanno corso domenica mattina in una gara riservata solo alla loro categoria. In una gara durissima è contraddistinta dal caldo si sono presentate in 5 sul traguardo: Francesca Barale (Vo2), Giulia Giuliani (Zuliani), Noemi Eremita (Ciclismo Insieme), la marchigiana Alice Palazzi (Re Artù) ed Alessia Patuelli (Breganze). Volata emozionante con la Patuelli e la Palazzi in prepotente recupero, che piombano in contemporanea sull’arrivo. Seguono attimi di trepidazione, fino al risultato del fotofinish che sancisce la doppietta dell’atleta imolese.

Argomenti:

Alessia Patuelli

Campionato del Mondo 2020

Juniores

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *