Ciclismo, Meldola il 5 giugno sarà la capitale romagnola della bici

Meldola non lascia, anzi raddoppia. Dopo la prima positiva edizione dello scorso anno, il 5 giugno tornerà il “Trofeo Città di Meldola”, gara riservata agli Elite/Under 23, a cui si aggiungerà il “1° Memorial Monica Bandini – Un giorno per Monica” per le donne professioniste, unico evento di livello internazionale a livello femminile sul territorio romagnolo. Eventi di grandissima portata, due gare di livello internazionale che si svolgeranno interamente nel Comune di Meldola. Insomma, una giornata di festa, pronta a proiettare la cittadina forlivese al centro delle due ruote a livello mondiale almeno per ventiquattr’ore. I meriti in questi contesti sono sempre molteplici ed equamente distribuiti, ma le figure che spiccano nell’organizzazione sono Awc Event, Extra Giro e chiaramente il Comune di Meldola.
Il primo a cantar vittoria è il sindaco Roberto Cavallucci. «Siamo qui per ringraziare chi ha reso possibile tutto questo, dalle società che organizzano sino ad arrivare a tutti gli sponsor. Il ringraziamento lo porto a nome di tutta la città di Meldola che sarà protagonista nel mondo del ciclismo giovanile e femminile per un giorno. Non siamo abituati ad avere eventi di questa portata, ma sono certo che la gloriosa passione che accomuna la città di Meldola verso il ciclismo verrà fuori, nell’accogliere la festante e colorita carovana».
A proseguire è Andrea Silvagni che con la sua Awc Event ha fortemente voluto che ci fosse anche la gara femminile e che soprattutto fosse in memoria Monica Bandini, della quale parla con commozione. «Per noi il 5 giugno avverrà qualcosa di livello davvero assoluto. Per farlo abbiamo dovuto limare i tanti spigoli e puntare dritto all’organizzazione di una domenica di festa. Si partirà con la gara femminile in memoria di un’amica, nonché grandissima campionessa. E’ stata lei a darci tutta la forza per organizzare un evento di questa portata e ci stiamo muovendo perché venga ricordata nel migliore dei modi. La speranza è sempre quella di avere un lotto partenti quanto più alto possibile, noi stiamo lavorando al meglio perché venga fuori qualcosa di importante».
A chiudere il cerchio è Marco Selleri, direttore di Extra Giro, che va nel dettaglio della corsa e della sua totale organizzazione. «Ci tengo in primis a sottolineare che sarà un percorso estremamente impegnativo con le ripetute scalate a Teodorano da Via Palareto. Noi stiamo cercando di fare il massimo per avere l’en-plein di atleti, vale a dire 176 per ognuna delle due corse. Soprattuto per il calendario Under 23 è un periodo piuttosto favorevole visto che ci sono una serie di gare nelle vicinanze e pochi giorni più tardi inizierà il Giro Under 23. Ci saranno team stranieri ed italiani, e questo permetterà davvero di dare grande risonanza all’evento».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui