Ciclismo, le salite di San Marino protagoniste alla Coppi e Bartali

Le sorti della “Coppi e Bartali” 2022 si decideranno molto probabilmente nella tappa odierna con ben 4.000 metri di dislivello da affrontare in appena 147 km. Un appuntamento rinnovato con San Marino che conferma la tappa “titanica” che l’anno scorso vide il successo di Jonas Vingegaard (Jumbo Visma) che ipotecò il successo finale della corsa. Rispetto alla scorsa edizione la corsa non si svolgerà interamente in territorio sammarinese con la gara che affronterà la lunga ascesa verso Villagrande (Serra San Marco) dopo la partenza da San Marino (piazzale Lo Stradone, ore 12). Una salita lunghissima (quasi 20 km.) che scalderà il gruppo in vista del duro circuito finale con i ciclisti che passeranno per la prima volta sotto al traguardo dopo 75 km. Qui inizierà il circuito finale che andrà ripetuto per ben 4 volte e che vedrà l’arrivo ai 648 metri di piazzale lo Stradone (ore 16.15 circa). Il circuito di 18,2 km, articolato attorno a Borgo Maggiore, presenta una dislivello per tornata di 570 metri con 2 salite: la prima facile da Rio San Marino a Chiesanuova (2,6 km al 5,3%), la seconda decisamente più dura (5,7 km al 7,6%) che culminerà sotto al traguardo.
Lecito attendersi una fiammata da campioni come Nibali, Ulissi o Hirschi, anche se la squadra più in palla sembra essere la Ineos con Dunbar, Hayter e Thomas. Differita su Rai Sport alle 18.50.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui