Ciclismo, la faentina Valentina Zanzi oro europeo nel Team Relay Juniores

Valentina Zanzi è sul tetto d’Europa. Ieri la diciassettenne di Faenza ha vinto l’oro agli Europei di Anadia (Portogallo) nella prova del Team Relay Juniores, conquistando il titolo continentale in compagnia di Nicolas Milesi, Alessandro Cattani e Alice Toniolli. Il quartetto azzurro ha preceduto di appena 3.31” la Germania, mentre il bronzo è stato conquistato a sorpresa dall’Estonia. La Zanzi, tesserata per il team piacentino Vo2 Pink, è al primo anno nella categoria Juniores e alla sua prima esperienza in nazionale ha subito ottenuto una medaglia del metallo più prezioso. Un oro che si aggiunge all’argento conquistato nell’italiano a cronometro e alle numerose medaglie conquistati ai tricolori su pista di Noto.

Valentina Zanzi


Non è tutto oro quello che luccica

La maglia di campionessa europea di Valentina Zanzi è un premio stupendo. Ma rimane strano pensare che la faentina è stata esclusa sia dalla prova individuale a cronometro, sia da quella in linea, per schierarla nel Mixed Team Relay del giovedì. La prova a squadre mista consiste in due coppie, una maschile e una femminile, che si succedono in una staffetta a cronometro. È una novità che l’Unione Ciclistica Internazionale ha inaugurato qualche anno fa e che viene riproposta annualmente nel disinteresse generale, sia mediatico, sia da parte delle federazioni nazionali. Proporla il giorno successivo alle cronometro individuali, costringe le nazioni a fare scelte drastiche e a razionare le atlete in vista delle prove. La Zanzi, da vicecampionessa italiana, meritava di disputare la cronometro individuale che sarebbe stata anche enormemente formativa sul piano tecnico. Così come lo meritava tra gli Under 23 Matteo Montefiori (#InEmiliaRomagna), anche lui vicecampione italiano, che è stato invece completamente ignorato nelle convocazioni del ct Marco Velo. Anche la scelta di dividere la rassegna continentale, e di slegare Juniores e Under 23 dai Professionisti, ha impoverito enormemente il significato di una manifestazione che mediaticamente è annientata dal Tour de France.
Due giorni tricolore
A Boario Terme è il giorno dedicato alle Donne. Inizia oggi la due giorni tricolore dedicata al ciclismo giovanile che assegnerà i titoli nazionali per le categorie Esordienti e Allievi (maschili e femminili). Il sabato sarà dedicato interamente al ciclismo in gonnella, mentre domani si sfideranno gli uomini. Saranno numerose le romagnole in gara: si parte alla mattina (ore 9) con le Esordienti 1° anno che gareggeranno su un tracciato di 39 km e con le “nostre” Asia Vanuzzo (Bicifestival), Jolanda Sambi (Calderara), Giulia Dollaku e Linda Zoffoli (Fiumicinese). Serena Bianchi (Fiumicinese), Emma Vanuzzo e Margot Buldrini (Bicifestival) saranno al via alle 11.30 per la prova delle Esordienti 2° anno (53 km). Chiusura nel pomeriggio con le Donne Allieve al via alle 14.30 su un percorso molto duro di quasi 75 km. Ci sarà la Fiumicinese con Aurora Casadei, Sofia Cabri e Nikol Dollaku.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui