Ciclismo, il Tour 2024 nel nome di Bartali, Coppi e Pantani

Che il Tour de France del 2024 riscriverà la storia della più importante manifestazione ciclistica a tappe non è una novità. Per la prima volta da quando nel 1903 è nata, la Grande Boucle non si concluderà a Parigi, in quanto dal 26 luglio 2024 la capitale ospiterà le Olimpiadi, ma a Nizza. Ma storico è anche il fatto che per la prima volta, il Tour scatterà dall’Italia per celebrare il centenario del successo di Ottavio Bottecchia, che nel 1924 fu il primo italiano ad arrivare in giallo a Parigi. Entro la fine di dicembre, gli organizzatori dovrebbero ufficializzare le prime tre tappe, che si disputeranno dal 29 giugno al 1° luglio. Ma delle prime due si sa praticamente tutto. La prima, il 29 giugno, sarà la Firenze-Rimini: Firenze, capoluogo della Toscana, regione che ha dato i natali a Gino Bartali (conquistatore del Tour nel 1938 e nel 1948) e a Gastone Nencini, il quarto italiano in ordine cronologico a trionfare sotto l’Arco di Trionfo (nel 1960), e Rimini, città in cui il 14 febbraio 2004 è morto Marco Pantani, tra i più amati ciclisti del popolo francese. Pantani (che il Tour lo vinse nell’anno di grazia 1998) che sarà celebrato soprattutto il giorno dopo, con la seconda tappa che partirà dalla sua Cesenatico per arrivare a Bologna. Poi trasferimento in Piemonte, per rendere omaggio a Fausto Coppi con l’arrivo a Pinerolo.

Bonaccini: «Siamo a buon punto»

Ieri il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, a “La politica nel pallone”, su Gr Parlamento, ha detto: «Siamo a buon punto, speriamo che il sogno di far partire il Tour in Italia diventi realtà. Ci siamo messi insieme alla Toscana: la proposta è quella di far partire la prima tappa da Firenze con arrivo a Rimini. La nostra proposta vedrebbe partire le tre tappe tra Firenze, l’Emilia Romagna e il Piemonte: ci spero proprio perché il Tour è il terzo evento sportivo più seguito al Mondo e il ciclismo è una grande festa popolare che serve a promuovere il territorio».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui