IMOLA – Stefano Bonaccini, governatore dell’Emilia Romagna, lo aveva fatto capire martedì sera a Rimini, per l’apertura del calciomercato, di essere fiducioso circa la decisione dell’Uci. “Speriamo di mettere la ciliegina sulla torta ad un finale di estate 2020 da ricordare”. La ciliegina l’ha messa oggi e ora festeggia: “E’ una notizia straordinaria per una terra, la nostra, amante delle due ruote e con fortissime tradizioni ciclistiche. Non appena si è aperta la possibilità, abbiamo lavorato per poter avere qui un appuntamento così importante, centrando l’obiettivo. Una notizia che rafforza una volta di più il ruolo di primo piano che l’Emilia-Romagna ha costruito in questi anni per la qualità e la quantità degli eventi sportivi di caratura nazionale e internazionale che ospita sul proprio territorio. Un premio anche alle comunità locali, con le quali abbiamo condiviso la scelta di puntare sullo sport sia come fattore di coesione sociale che strumento di valorizzazione dei territori stessi, guardando a crescita, sviluppo e attrattività turistica. Nel giro di poche settimane, avremo due gare di Moto Gp a Misano Adriatico, il Gran premio di Formula uno a Imola e il Mondiale di ciclismo, nello stesso circuito dove 52 anni fa vinse il titolo iridato un campione come Vittorio Adorni. Dopo l’emergenza Coronavirus, un’ulteriore, importante occasione per ripartire tutti insieme, con impegno e fiducia, nel rispetto di tutte le misure di sicurezza, mostrando a una vastissima platea di appassionati e sportivi collegati da tutto il mondo la capacità di accoglienza e le bellezze dell’Emilia-Romagna”.

Il sindaco di Bologna Città metropolitana, Virginio Merola, fa un discorso di vecchia provincia: “L’assegnazione dei Mondiali di ciclismo 2020 a Imola rappresenta una bellissima notizia per tutto il nostro territorio. Fin dall’inizio come Città metropolitana abbiamo creduto a questa candidatura e abbiamo collaborato con la Regione per il suo successo. Continueremo dunque a fare la nostra parte affinché la manifestazione di fine settembre riesca al meglio”.

Il commissario straordinario del Comune di Imola, il dottor Nicola Izzo, esprime “grande soddisfazione per questo risultato storico. Imola raccoglie un altro successo per lo svolgimento di eventi sportivi. Questo dimostra le potenzialità del territorio e la poliedrica vocazione dell’autodromo Enzo e Dino Ferrari per ospitare eventi sportivi di ogni disciplina e non solo. E’ un percorso virtuoso perseguito dal Comune di Imola, che coniuga le virtù della città, l’orgoglio della sua gente, l’utilizzo saggio e responsabile dei suoi impianti di eccellenza, in una logica di rispetto dell’ambiente e sviluppo del territorio”.

Presto Izzo lascerà la guida di Imola e tra i candidati a sindaco, ecco Marco Panieri: “I grandi eventi sportivi sono elementi che contraddistinguono da sempre il territorio imolese e lo sport rappresenta uno scatto in avanti per le nostre comunità, che una buona amministrazione deve sapere cogliere e valorizzare al meglio. Non possiamo che essere orgogliosi di un’altra straordinaria notizia che vede Imola vetrina del calendario sportivo: i campionati del Mondo di ciclismo dal 24 al 27 settembre nell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari, che a novembre ospiterà anche il Gran Premio di Formula Uno. Autodromo che per noi imolesi e non solo rappresenta la chiave di volta di una crescita economica e territoriale sulla quale non possiamo che puntare per il futuro. Imola avrà un calendario di eventi senza precedenti che accenderà i riflettori sulla città così come su tutta la Regione Emilia-Romagna, le sue eccellenze e le sue bellezze. Per questo ribadisco il mio massimo impegno, che si affianca a quello del Presidente Stefano Bonaccini, per far sì che questi eventi rimangano nel calendario imolese anche in futuro, convinto che la nostra terra sia capace di accogliere al meglio queste straordinarie opportunità con importanti ricadute sul piano turistico, culturale ed economico”.

L’orgoglio è bipartisan. Ecco Andrea Longhi: “Sarà un’altra grande giornata di sport per Imola, gli imolesi e il nostro autodromo Enzo e Dino Ferrari. Una scelta che premia la caparbietà di una città composta da grandi eccellenze, solide professionalità e tanto spirito di sacrificio come rimarca l’indole emiliano-romagnola. Una splendida vetrina mondiale, un ampio ritorno di visibilità e un indotto garantito per tutte le strutture del territorio. Dopo la bella notizia legata alla tappa della Formula 1 sul Santerno il nome di Imola sarà ancora una volta associato al massimo palcoscenico sportivo iridato”.

Argomenti:

Campionati del Mondo

emilia romagna

Imola 2020

Stefano Bonaccini

Uci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *