Olav Kooij conquista in volata la sua terza vittoria stagionale sul traguardo di Gatteo. Si apre con il successo dell’olandese del Team Jumbo Visma Continental l’intensa prima giornata della Coppi e Bartali 2020. Il giovanissimo talento olandese (classe 2001) domina il lungo rettilineo d’arrivo di via Roma, della prima semitappa mattutina da Gatteo a Gatteo.

All’abbassarsi della bandierina a scacchi davanti lo stabilimento produttivo della Sidermec, la gara ha visto l’attacco solitario dello svizzero Johan Jacobs (Movistar Team), che ha raggiunto un vantaggio massimo di 2’05” sul gruppo al primo passaggio sotto il traguardo. Jacobs ha fatto incetta di Gran Premi della Montagna posti in località Longiano transitando in prima posizione, poi è stato ripreso quando mancavano 15 chilometri alla conclusione.

Nelle fasi finali della corsa, il grosso del plotone ha visto le squadre dei velocisti organizzarsi per tirare la volata ai propri capitani coi team Bahrain-McLaren e Ineos nelle prime posizioni.

Volata senza storia: netto il successo del giovane Olav Kooij che ha preceduto il britannico Ethan Hayter (Ineos Grenadiers), mentre chiude solamente terzo il forte tedesco Phil Bauhaus (Bahrain-McLaren) che era il velocista favorito in gara.

La tappa di appena 98 chilometri che si è sviluppata a oltre 45 km/h, ha visto all’ingresso di via Roma tutti gli sprinter lanciarsi sul traguardo, compreso il romagnolo Matteo Malucelli che racconta così le fasi conclusive di gara. «La prima ora di gara è filata via liscia, senza problemi. Tuttavia, sentivo un po’ di fatica nelle gambe perché sono reduce da una decina di giorni di gare senza stop e la mia presenza ai nastri di partenza è stata decisa solo all’ultimo. Ero a ruota del vincitore fino ai meno 300 metri, ma purtroppo un cambio di direzione di alcuni corridori mi ha tagliato fuori dai giochi per la vittoria di tappa, ora non avrò occasioni di rifarmi perché le prossime tappe prevedono tutti arrivi in salita, ma cercherò comunque di stringere i denti».

Gatteo Mare-Gatteo

Al pomeriggio, spazio alla crono-squadre di 13,3 km con la Gatteo Mare-Gatteo. La Deceuninck-Quick Step ha mostrato il trenino migliore conquistando la seconda semitappa. Il sodalizio belga ha concluso la prova in 14’32”, facendo registrare una media oraria di 54,905 km/h. Secondo posto per lo squadrone britannico Ineos Grenadiers che ha perso 8” dai primi. Terzo gradino del podio per la Bora-Hansgrohe, giunta a 11”. La Jumbo-Visma del vincitore Olav Kooij è giunta quinta a 17” dai vincitori. Nuovo leader della classifica generale è il danese Mikkel Frolich Honorè della Deceuninck transitato sul traguardo davanti ai suoi compagni (Knox, Almeida, Bagioli, Perry e Vansevenant) sfilando il primato al vincitore della semitappa mattutina.

Argomenti:

Coppi e Bartali

Honorè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *