Ciclismo, Giro d’Italia 2020: la Nove Colli “trasformata” in tappa

Ciclismo, Giro d'Italia 2020: la Nove Colli "trasformata" in tappa

MILANO – Un Giro d’Italia “made in Romagna”, il numero 103 presentato oggi a Milano. Rimini, Cesenatico e Cervia: in ordine dì apparizione ci sono le tre province romagnole rappresentate, con un arrivo (Rimini), una partenza (Cervia) e una storica Cesenatico-Cesenatico lungo il percorso della Nove Colli per celebrare il 50° compleanno della granfondo per eccellenza (ma anche per onorare Marco Pantani, che nel 2020 avrebbe compiuto 50 anni). Detto che il Giro partirà sabato 9 maggio in Ungheria, ecco che la Romagna diventerà regina mercoledì 20 con la Porto Sant’Elpidio-Rimini, tappa movimentata ma adatta ai velocisti. Giovedì 21 sarà invece il giorno della Cesenatico-Cesenatico di 205 km, con la 12ª tappa lungo il percorso della Nove Colli e per una volta saranno i professionisti e non gli amatori ad affrontare nell’ordine le salite di Polenta, Pieve di Rivoschio, Ciola, Barbotto, Monte Tiffi, Perticara, Monte Pugliano, Passo delle Siepi, Gorolo. Infine, venerdì 22 maggio ultimo atto in Romagna con la Cervia-Monselice, una tappa super-pianeggiante per velocisti che inizierà con il raduno in viale Roma a Cervia, quindi un breve trasferimento e poi la partenza effettiva da Milano Marittima. Oggi a Milano erano presenti l’assessore allo sport di Rimini Gianluca Brasini, sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli e assessore al turismo Gaia Morara, sindaco di Cervia Massimo Medri e assessore Enrico Mazzolani, oltre al presidente della Fausto Coppi, Alessandro Spada.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *