Ciclismo, Giro d’Italia: come cambia la viabilità venerdì a Ravenna

Ravenna si prepara a un venerdì molto speciale. Il 21 maggio partirà da Ravenna la tredicesima tappa del 104° Giro d’Italia, dedicato a Dante nel settimo centenario della morte. La frazione del 21 maggio sarà dantesca per eccellenza, unendo due luoghi simbolo: Ravenna, città dove il Poeta è sepolto e in cui visse negli ultimi anni, e Verona che lo accolse dopo l’esilio da Firenze.

I corridori dopo il via, che avverrà in piazza Garibaldi alle 12.25, con una suggestiva sfilata cittadina attraverseranno parte del centro storico: via Dante passando davanti alla tomba, al Museo Dante e ai Chiostri Francescani; via da Polenta con Casa Dante; e poi di seguito via Corrado Ricci, piazza Caduti per la Libertà, le vie Guidone, Mentana, Matteotti, Cavour, Maggiore, Faentina. Infine imboccheranno via Reale in direzione Ferrara dirigendosi verso il km 0, inizio della vera competizione, posto davanti alla Italfrutta. Ravenna, come esattamente due anni fa, era infatti sempre il 21 maggio, sarà vestita di rosa e accoglierà la carovana del Giro con entusiasmo, pur non potendo replicare con la grande presenza di pubblico per il rispetto delle misure di prevenzione e contenimento del Covid 19. Ci saranno le tensotrutture dell’hospitality, lo studio televisivo e il punto interviste. Mentre lungo via Mariani ci sarà il villaggio commerciale e viale Farini sarà riservata ai bus dei team e alle ammiraglie.

Non mancherà il palco in piazza del Popolo dove gli atleti sfileranno per apporre la firma sul tabellone della tappa accanto alla coppa che sarà assegnata al vincitore del Giro d’Italia. Porterà il saluto della città il sindaco Michele de Pascale e si esibiranno alcuni artisti in una performance che sarà l’anteprima di un progetto di Ravenna Festival, la cui XXXII edizione inizia il 2 giugno con un programma denso e intenso come non mai e tutto incentrato, né poteva essere diversamente, su Dante. Questo, nella tappa ravennate del Giro, anch’esso al Sommo Poeta dedicato, vuole essere niente di più di un assaggio a ciò che seguirà e che si protrarrà fino all’autunno, senza soluzione di continuità, con oltre 100 eventi. Un giovane attore, Roberto Magnani – di quel Teatro delle Albe artefice della grande “Chiamata pubblica” che “mette in vita” la Commedia, e che ha visto la partecipazione appassionata di centinaia di cittadini, quest’anno forzatamente inoperosi in attesa del compimento, l’anno venturo, di questa utopica intrapresa – e un altrettanto giovane musicista, il fisarmonicista Christian Ravaglioli, coniugano ciò che apparentemente pare stare agli opposti: Dante, appunto, e il folklore romagnolo, il Liscio, nella sua massima espressione, ovvero Secondo Casadei (“secondo a nessuno”). Ciò che sta in Alto e ciò che sta in basso in un singolare ma non così paradossale punto di incontro: un bacio, anzi, un “bes in bicicletta”, quintessenza della via romagnola alla poesia, dove i giri si confondono con i gironi, la ruota è quella della vita, e il ciclo è quello duplice di uomo e natura, realtà e sogno, così come insegnato da due grandi poeti romagnoli: Giovanni Pascoli e Tonino Guerra. La Romagna è il luogo magico in cui possono avvenire strani incontri, al ritmo ternario di un valzer, tra Inferno e Paradiso. Dove gli estremi si congiungono in un… “bes in bicicletta”, metafora leggera e leggiadra della vita.

La città accoglierà partecipanti e accompagnatori del Giro, appassionati delle due ruote e i visitatori che sceglieranno il fine settimana dal 21 al 23 maggio per venire a Ravenna offrendo a tutti la riduzione del biglietto, in questi tre giorni, in molti luoghi ed esposizioni: mostra “Paolo Roversi. Studio Luce” – Museo d’arte della Città di Ravenna; mostra “Le arti al tempo dell’esilio” – chiesa di San Romualdo; Museo Dante; Museo Tamo Mosaico; Domus dei Tappeti di Pietra; Museo Classis. Come stabilisce la normativa anti Covid, per le visite al sabato e nei giorni festivi l’ingresso deve essere prenotato, on line o telefonicamente, con almeno un giorno di anticipo. Per maggiori informazioni: www.ravennantica.it.

Le modifiche alla viabilità

Per consentire lo svolgimento in sicurezza dell’evento, salvaguardando l’accessibilità generale e un sufficiente livello di fluidità della circolazione, è stata istituita attraverso un’apposita ordinanza una nuova disciplina della circolazione, della quale si descrivono gli aspetti principali.

DIVIETO DI TRANSITO PER TUTTI I VEICOLI DALLE 17 DI GIOVEDÌ 20 MAGGIO ALLE 14 DI VENERDÌ 21 IN:

–      piazzale Torre Umbratica.

DIVIETO DI TRANSITO PER TUTTI I VEICOLI DALLE17 DI GIOVEDÌ 20 MAGGIO ALLE 19 DI VENERDÌ 21 IN:

–      piazza del Popolo, piazza Garibaldi, piazza Einaudi, via Diaz (nel tratto compreso fra piazza del Popolo e via Antica Zecca), via Antica Zecca, via Mariani (il garage Mariani resterà accessibile; i veicoli diretti al garage potranno percorrere la corsia riservata ai bus di via di Roma nel tratto e nella direzione da via Guaccimanni a via Mariani e il tratto di via Mariani compreso fra via di Roma e l’ingresso del garage), via Gordini, via Gardini (nel tratto compreso fra via Guidone e via Gordini), piazza Unità d’Italia, via della Tesoreria Vecchia, vicolo Corradini, via Dante Alighieri, via Da Polenta e via Corrado Ricci.

DIVIETO DI TRANSITO PER TUTTI I VEICOLI DALLE 6 ALLE 16 DI VENERDÌ 21 MAGGIO IN:

–      viale Farini, piazza Mameli, via Carducci, via San Giovanni Bosco, via Monghini, via di Roma (nei tratti compresi fra via Beatrice Alighieri e viale Farini e fra via Carducci e viale Farini), via Paolo Costa, via Serafino Ferruzzi, via Ponte Marino (nel tratto compreso fra via Girolamo Rossi e via Quattro Novembre), via Quattro Novembre, piazza Costa, largo Firenze, piazzetta Ragazzini, via Diaz (nel tratto compreso fra via di Roma e via Antica Zecca), vicolo degli Ariani, vicolo San Nicandro, via Boccaccio, via Santi Muratori, via Matteotti, via Cavour (nel tratto compreso fra via Salara e piazza A. Costa).

–      Divieto di transito per tutti i veicoli, ma in questo caso eccetto quelli dei residenti e con doppio senso di circolazione, anche in via Francesco Negri (nel tratto compreso fra vicolo Porziolino e largo Firenze), via di Roma (nel tratto compreso fra via Ugo Bassi e via Beatrice Alighieri), via Beatrice Alighieri (nel tratto compreso fra via Luigi Rava e via di Roma).

–      Divieto di transito per tutti i veicoli, eccetto quelli dei residenti, in via Mordani.

–      Divieto di transito per tutti i veicoli (eccetto quelli dei residenti, anche in via Francesco Negri e vicolo Porziolino, e quelli diretti al garage Mariani) e soppressione della corsia riservata ai bus nel tratto di via di Roma compreso fra via Guaccimanni e via Mariani.

DIVIETO DI TRANSITO PER TUTTI I VEICOLI DALLE 10 DI VENERDÌ 21 MAGGIO FINO AL CESSARE DELLE ESIGENZE DI CORSA, E COMUNQUE NON OLTRE LE 13, IN:

–      piazza Caduti per la Libertà (dove sarà consentito ai bus e ai residenti autorizzati al transito in ztl e/o area pedonale di via Guaccimanni e via Baccarini il collegamento da via De Gasperi), via Guidone, via Mentana, piazza Venti Settembre, via Cavour (nel tratto compreso fra via Salara e via Maggiore), piazzetta Gandhi, via Maggiore, via Faentina (nel tratto compreso fra via Maggiore e rotonda dei Fornasari), rotonda Svizzera, rotonda Spagna, rotonda dei Fornasari e raccordo con la statale 16 Adriatica in direzione Ferrara.

–      Inoltre divieto di transito per tutti i veicoli in via Gardini (nel tratto compreso fra via Fantuzzi e via Guidone), circonvallazione San Gaetanino (nel tratto compreso fra via Rotta e via Maggiore, dove i veicoli in uscita da via Morelli e via Rotta dovranno obbligatoriamente svoltare a sinistra in direzione di via Sant’Alberto), via Canalazzo (nel tratto compreso fra via Maggiore e via Boccaccini), via Cavina (carreggiata ovest nel tratto compreso fra rotonda Svizzera e rotonda Buck Pearl), viale Allende (nel tratto compreso fra rotonda Spizuoco e rotonda Spagna).

–      Divieto di transito per tutti i veicoli (eccetto bus e residenti autorizzati al transito in ztl e/o area pedonale di via Guaccimanni e via Baccarini) nella corsia di via De Gasperi in direzione di piazza Caduti per la Libertà.

–      Divieto di transito per tutti i veicoli, eccetto quelli dei residenti e con doppio senso di circolazione in via Gardini (nel tratto compreso fra via Guerrini e via Fantuzzi), via Fantuzzi, via Argentario, viale Baracca (nel tratto compreso fra piazzetta Gandhi/via Maggiore e lo stradello di collegamento con circonvallazione Fiume Montone Abbandonato), via Don Minzoni (nel tratto compreso fra il civico 82 e via Maggiore), via Chiesa, via Antonelli (nel tratto compreso fra via Maggiore e via Bagioli), via Portone (nel tratto compreso fra via Maggiore e via Scaletta), via Jacopo Landoni (nel tratto compreso fra via Maggiore e via Sensales), via A. Rasponi (nel tratto compreso fra via Maggiore e via Sensales), via Frignani (nel tratto compreso fra via Maggiore e via Grossi), via Elba (nel tratto compreso fra via Faentina e via Armuzzi), via Don Mesini, via Enrico Pazzi (nel tratto compreso fra via Faentina e via Grossi), via Pavirani, via Toscana (nel tratto compreso fra via Pavirani e via Degli Spreti), via Centofanti (nel tratto compreso fra via Faentina e via Degli Spreti), via Codronchi (nel tratto compreso fra via Faentina e via Degli Spreti) e via Rossini (nel tratto compreso fra via Faentina e via G. Santucci). In via Toscana e via Pavirani sarà consentito il transito anche ai veicoli diretti alla Domus Nova.

–      Ancora, divieto di transito per tutti i veicoli, eccetto quelli dei residenti, in: via Rampina (nel tratto compreso fra via Maggiore e il collegamento con via Portone), via Moradei, via Salietti (nel tratto compreso fra via Faentina e via Branzanti), via Romolo Conti (nel tratto compreso fra via Faentina e via Cesari), via Vitali (nel tratto compreso fra via Faentina e via Santucci), via Agro Pontino (nel tratto compreso fra via Faentina e via Villa Glori), via Monterotondo (nel tratto compreso fra via Faentina e via Talamone) e viale Fuschini.

–      Divieto di transito per tutti i veicoli, eccetto quelli dei residenti e diretti alle attività, nel tratto di viale Baracca compreso fra via Oberdan e piazza Baracca.

–      Senso unico in direzione di circonvallazione Fiume Montone Abbandonato nello stradello di collegamento con viale F. Baracca.

DIVIETO DI TRANSITO PER TUTTI I VEICOLI DALLE 10 DI VENERDÌ 21 MAGGIO FINO AL CESSARE DELLE ESIGENZE DI CORSA IN:

–      via Reale, limitatamente ai tratti interni ai centri abitati di Camerlona, Mezzano e Glorie di Ravenna.

DIVIETI DI SOSTA, PER TUTTI I VEICOLI, CON ZONA RIMOZIONE

DALLE 13 DI GIOVEDÌ 20 MAGGIO ALLE 14 DI VENERDÌ 21 IN:

–      piazzale Torre Umbratica.

DALLE 13 DI GIOVEDÌ 20 MAGGIO ALLE 18.30 DI VENERDÌ 21 IN:

–      piazza del Popolo, piazza Garibaldi, piazza Einaudi

DALLE 20 DI GIOVEDÌ 20 MAGGIO ALLE 15 DI VENERDÌ 21 IN:

–      viale Farini, piazza Mameli (comprese le corsie est e ovest), via Carducci, via Monghini, via San Giovanni Bosco, via di Roma (nel tratto compreso fra via Carducci e viale Farini), via Paolo Costa, via Serafino Ferruzzi, via Ponte Marino (nel tratto compreso fra via Paolo Costa e via Quattro Novembre), via Quattro Novembre (nel tratto compreso fra via Ponte Marino e via Paolo Costa), piazza Costa, largo Firenze, piazzetta Ragazzini.

DIVIETO DI FERMATA PER TUTTI I VEICOLI DALLE 20 DI GIOVEDÌ 20 MAGGIO ALLE 15 DI VENERDÌ 21 IN:

–      via Dante Alighieri, via Da Polenta, via Corrado Ricci (nel tratto compreso fra via Da Polenta e piazza Caduti per la Libertà), piazza Caduti per la Libertà, via Guidone, via Gordini, via Gardini (nel tratto compreso fra via Guidone e via Corrado Ricci), via Mentana, via Matteotti, via Cavour, piazzetta Gandhi, via Maggiore e via Faentina (nel tratto compreso fra via Maggiore e rotonda dei Fornasari).

   Le variazioni al trasporto pubblico locale

Come detto sopra, giovedì 20 maggio, per consentire l’allestimento della partenza, verrà chiusa via Mariani dalle 17, con conseguente modifica di tutte le linee del trasporto pubblico locale che transitano in centro provenienti dalla stazione. Venerdì 21 maggio, con la chiusura di numerose strade dalle 6 alle 16, tutti i collegamenti con l’ospedale saranno oggetto di variazioni e tutte le linee urbane subiranno modifiche di percorso o interruzioni. Molti collegamenti scolastici non potranno essere garantiti, in particolare nella fascia oraria del rientro: tutte le linee che vanno in direzione Mezzano e Alfonsine delle 13 saranno soppresse e anche i rientri dagli istituti di via Pavirani e via Cicognani per Fornace Zarattini non saranno attuabili. Per verificare tutte le modifiche e le soppressioni alle linee si invita a consultare la pagina informativa predisposta da Start Romagna sul proprio sito internet, in costante aggiornamento.

Garantito lo svolgimento di tutti i servizi educativi per la prima infanzia e scolastici, in dad solo per le scuole superiori

Come già comunicato nei giorni scorsi, i servizi educativi per la prima infanzia e tutti i servizi scolastici saranno garantiti. La didattica a distanza, ove necessario, consentirà di non perdere ulteriori ore di lezione in un anno scolastico già messo a dura prova dall’emergenza sanitaria.

–      Università e Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale

Resteranno aperte l’Università così come l’Istituto superiore di studi musicali Giuseppe Verdi e l’Accademia di belle arti.

Le sedi dell’Università di via Diaz, via Mariani e via San Vitale saranno raggiungibili solo a piedi.

–      Scuole superiori (secondarie di secondo grado)

Si è tenuto nei giorni scorsi un incontro tra la Provincia di Ravenna, rappresentata dalla consigliera Maria Luisa Martinez, il provveditore Paolo Davoli e i dirigenti scolastici delle scuole secondarie di secondo grado.

È stata condivisa all’unanimità l’opportunità di non chiudere le scuole bensì di sfruttare l’esperienza dell’ultimo anno scolastico, svolgendo la didattica a distanza per tutte le ragazze e i ragazzi, compresi gli alunni con disabilità e con bisogni speciali.

Per l’istituto professionale statale Olivetti – Callegari e per l’istituto tecnico commerciale statale Ginanni è prevista la didattica a distanza anche per i corsi serali nelle giornate del 20 e 21 maggio.

–      Percorsi di IeFP dei centri di formazione professionale

Sarà prevista la didattica a distanza anche per le ragazze e i ragazzi che frequentano i percorsi IeFP erogati dai Centri di Formazione professionale Engim, Scuola Pescarini e IAL.

–      Nidi e scuole per l’infanzia/primarie/secondarie di primo grado

Non è prevista la chiusura dei servizi per l’infanzia e delle scuole, pertanto le attività educative e didattiche si svolgeranno in presenza. Saranno possibili però alcuni disagi, in relazione alle modifiche alla viabilità e al sistema dei trasporti, che verranno rese note nei prossimi giorni a seguito dell’adozione di apposita ordinanza. Si anticipano di seguito le situazioni delle scuole che saranno maggiormente coinvolte.

–      Per il nido Pavirani, nido Domus Bimbi, servizio sperimentale Tante Lune, scuola dell’infanzia Mario Pasi, scuola dell’infanzia Buon Pastore – via Canalazzo e scuola dell’infanzia Gugù del Sale si raccomanda l’uscita dalle ore 16 mentre è sconsigliata, per questioni di traffico, l’uscita intermedia quando l’evento sportivo sarà in pieno svolgimento.

–      La scuola primaria statale Mordani sarà raggiungibile a piedi o in bicicletta sia per l’ingresso sia per le uscite delle 13 e delle 16,30 da via Pasolini, via Zirardini e piazza Kennedy.

–      La scuola secondaria di primo grado statale Novello dovrà essere raggiunta a piedi o in bicicletta in orario di uscita in quanto piazza Caduti per la Libertà non sarà transitabile.

–      La scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado paritaria San Vincenzo de Paoli sarà raggiungibile a piedi sia per l’ingresso sia per le uscite delle 13 e delle 16.30 attraverso percorsi alternativi.

–      Per le scuole primarie Morelli, Camerani, Torre, Riccardo Ricci e la secondaria Don Minzoni saranno possibili disagi nell’orario di uscita per la chiusura di via Maggiore e via Faentina.

–      Nella scuola primaria e secondaria di primo grado di Mezzano, causa chiusura della Reale fino al cessare delle esigenze di corsa, gli alunni che usufruiscono del servizio di trasporto scolastico saranno sorvegliati nel cortile della scuola da personale scolastico fino all’arrivo dello scuolabus.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui