Ciclismo, domenica 30 torna la storica “Coppa della Pace”

Mentre l’Italia è attraversata dalla Corsa Rosa, sulle strade della Valmarecchia fervono i preparativi per il ritorno di una delle gare più attese del panorama internazionale Under 23 di ciclismo: la 49°Coppa della Pace – 46°trofeo Fratelli Anelli. Sono tanti i ragazzi che dal 1971, dopo la loro partecipazione alla gara di Sant’Ermete, sono passati al professionismo con grandissimi risultati. Sarà questo lo stesso desiderio che motiverà gli atleti che prenderanno parte alla 49° edizione della gara ciclistica internazionale Dilettanti Under 23, Cat 1.2 MU, valida per l’UCI Europe Tour, organizzata dal Pedale Riminese e dalla Polisportiva Sant’Ermete, con il supporto della ditta Fratelli Anelli.

La partenza della edizione 2019 della Coppa della Pace

Domenica 30, proprio mentre a Milano si concluderà il Giro d’Italia, a Sant’Ermete i giovani più promettenti del ciclismo internazionale si cimenteranno sul percorso particolarmente tecnico e selettivo che si snoda nei territori dei Comuni di Santarcangelo di R., Poggio-Torriana, Verucchio e Rimini, per aggiudicarsi l’ambito trofeo della Coppa della Pace. Dopo la sofferta ma doverosa decisione di non disputare la gara nel 2020, tornare a stendere la linea del traguardo sulle strade di Sant’Ermete è una gioia immensa per gli organizzatori. “La 49° Coppa della Pace, sarà un modo per onorare la vita – spiegano Giovanni Gamberini e Willer Frisoni, rispettivamente presidente de Il Pedale Riminese e della Polisportiva Sant’Ermete, organizzatori della gara- con una bella giornata di agonismo in cui si affermano ancora una volta i valori più veri dello sport: l’impegno, il sacrificio, l’amicizia e il rispetto. Il tutto avverrà nel più rigorosa osservanza delle regole, le nuove regole per la salvaguardia della sicurezza e della salute di tutti a partire dagli atleti e dagli addetti alla gara. Non diremo mai abbastanza grazie a tutti gli atleti che ci onorano con la loro fatica e a quanti anno dopo anno e in particolare in questo 2021, con il loro impegno permettono che si possa disputare la Coppa della Pace”.

Fa eco agli organizzatori Cordiano Dagnoni – presidente della Federazione Ciclistica Italiana, con un suo messaggio di saluto: “La 49^ Coppa della Pace – Trofeo Fratelli Anelli, che si svolge dal 1971 a Sant’Ermete di Santarcangelo di Romagna, è una classica del calendario internazionale Under 23, che consideriamo di diritto un patrimonio culturale e sportivo del nostro Paese. Un evento, quello organizzato dal Pedale Riminese, con il supporto della Polisportiva Sant’Ermete, che testimonia ancora una volta come lo sport sia unificatore e portatore di valori sani che vanno oltre il campanilismo. Devo ammettere che Giovanni Gamberini, con la sua associazione, è sicuramente un pilastro su cui poggia la nostra Federazione. Un dirigente appassionato e attivo che ha trasmesso la malattia del ciclismo anche alla figlia Barbara. Speriamo che per questa malattia, quella sportiva, non vengano mai realizzati vaccini. Veniamo da un periodo, quello della pandemia, molto difficile, in cui il ciclismo è riuscito ad andare avanti grazie alla profonda passione dei dirigenti e degli appassionati che dedicano energie, tempo e risorse allo sport. Gesti di generosità che hanno un grande valore sociale. Gesti che sono il propulsore più importante che ha spinto la Coppa della Pace sin qui e che nel corso dei decenni ha permesso a questa gara di svolgersi con regolarità. La Federazione Ciclistica Italiana si congratula con voi per quello che fate e che auspichiamo possiate fare ancora per lunghissimo tempo. Non ci resta quindi che augurare a voi, e a tutti i partecipanti, un’ottima giornata di ciclismo”.  

Una giornata di ciclismo che prende vita da quasi mezzo secolo di esperienza degli organizzatori e che avrà come direttore di gara Stefano Ronchi coadiuvato da Nicola Delmonte.

A garantire il rispetto delle norme e la regolarità della gara sarà invece la giuria UCI, presieduta dallo spagnolo Pedro Garcia Mozo e composta da Coccioni Tiziana, Occhini Federica, Colalongo Remo e Lamanda Simone. I commissari seguiranno con attenzione la gara, che vede al nastro di partenza i migliori atleti, schierati da 30 formazioni internazionali.

 L’appuntamento è fissato, quindi, a domenica 30 maggio 2021 alle 13.30, quando sventolerà la bandiera a scacchi che sancirà la partenza della 49° Coppa della Pace -46° Trofeo Fratelli Anelli.

Le squadre in gara

BELTRAMI TSA TRE COLLI – ITALIA

BIESSE ARVEDI –  ITALIA

BIOTRAINING –  ITALIA

CALZATURIERI MONTEGRANARO – ITALIA

CATTOLI – ITALIA

COLOMBIA TIERRA DE ATLETAS GW BICICLETAS – COLOMBIA

FUTURA TEAM – ITALIA

GALLINA ECOTEK COLOSIO -ITALIA

GAZPROM RUSVELO – RUSSIA

GENERAL STORE ESSEGIBI F.LLI CURIA – ITALIA

INEMILIAROMAGNA – ITALIA

ISEO SERRATURE RIME CARNOVALI – ITALIA

JUMBO VISMA – OLANDA

LJUBLJANA GUSTO SANTIC – SLOVENIA

MALTINTI LAMPADARI – ITALIA

MENDRISIO VELO CLUB – SVIZZERA

CYCLING CLUB BIELORUSSIA  – BIELORUSSIA

MONEX SAN MARINO – REP. SAN MARINO

PALAZZAGO – ITALIA

TIROL KTM CYCLING TEAM – AUSTRIA

QHUBEKA ASSOS – ITALIA

SEG RACING ACADEMY – OLANDA

SKS SAUERLAND NRW – GERMANIA

VEJUS ARAN CUCINE – ITALIA

 MG K VIS VPM – ITALIA

VIRIS VIGEVANO – ITALIA

WORK SERVICE MARCHIOL DYNATEK VEGA – ITALIA

NOVO NORDISK – DANIMARCA

ZALF EUROMOBIL DÉSIRÉE FIOR – ITALIA

GAIAPLAST MAGLIFICIO L.B. BIBANESE – ITALIA

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui