Tutta l’Italia tifa Filippo Ganna. Oggi (ore 14.25, diretta su Raidue) ed Eurosport potrebbe essere il giorno dell’appuntamento con la storia, con tutto il ciclismo italiano che aspetta la prima medaglia d’oro nella prova della cronometro individuale maschile. Una specialità che è stata sempre indigesta ai ciclisti azzurri, che hanno ottenuto solamente due argenti da quando la prova fu istituita nel 1994 nel mondiale di Agrigento. Si aprì quasi con il botto con l’argento di Andrea Chiurato in Sicilia (vinse il missile Boardman) e poi solamente tante delusioni fino all’argento dell’emiliano Adriano Malori nel 2015 a Richmond (Usa) alle spalle del bielorusso Kiryenka.
Il rivale di Ganna
Il percorso di Imola sembra disegnato per le caratteristiche del piemontese e ovviamente lo stimolo di correre il mondiale in Italia potrebbe fare la differenza. Di contro Ganna ha la responsabilità di chi sa di essere favorito, la crono del mondiale è più lunga di quella vinta alla Tirreno-Adriatico ed infine la concorrenza è altissima. Il rivale numero uno è l’australiano Rohan Dennis, compagno di squadra di Ganna alla Ineos e duplice campione del mondo in carica dopo i titoli del 2018 e del 2019. Anche lo scorso anno Dennis non sembrava in grandissima forma, si presentò ai mondiali da disoccupato e senza gare nelle gambe e poi dominò la gara. Altra minaccia arriva dal discusso belga Victor Campenaerts, detentore del record dell’ora e famoso per dormire in una tenda ipobarica. C’è poi l’incognita legata ai reduci dal Tour de France che potrebbero essere ancora stanchi per le fatiche della “Grande boucle” o, viceversa, avere un colpo di pedale nettamente superiore. Occhio quindi al duo della Jumbo Visma con l’olandese Tom Dumoulin (campione del mondo nel 2017) e il belga Wout Van Aert.
La Nazionale Italiana
Ieri sera Davide Cassani e Edoardo Salvoldi, nel corso di una conferenza stampa, hanno ufficializzato gli azzurri che disputeranno le prove in linea. In realtà la notizia si era già diffusa nella giornata di mercoledì con l’esclusione dagli 8 titolari di Nicola Conci e di Matteo Fabbro. Conci sarà presente sul circuito imolese pronto ad entrare in gioco in caso di necessità, mentre Fabbro è rimasto sull’Etna dove sta preparando il Giro d’Italia. «Ho un’ottima squadra – ha spiegato il Ct Davide Cassani – e proveremo ad inventarci qualcosa anche se non partiremo con i favori del pronostico. Mi sono mancati due uomini importanti come Ciccone e Formolo che su un percorso del genere sarebbero stati molto importanti».
Con l’esclusione di Conci e Fabbro la nazionale sarà così composta: Andrea Bagioli, Alberto Bettiol, Gianluca Brambilla, Damiano Caruso, Fausto Masnada, Vincenzo Nibali, Diego Ulissi e Giovanni Visconti. La squadra femminile selezionata da Salvoldi sarà invece rappresentata da: Marta Cavalli, Tatiana Guderzo, Elisa Longo Borghini, Erica Magnaldi, Soraya Paladin e Katia Ragusa.

Argomenti:

Cassani

Ciclismo Mondiali

Ganna

imola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *