La strada dei Mandrioli durante una precedente chiusura

La Strada Provinciale 142 del passo dei Mandrioli, nel versante romagnolo, è stata interdetta al traffico dei mezzi pesanti di portata superiore alle 3,5 tonnellate, con contestuale istituzione di traffico a senso unico alternato per i mezzi leggeri in tre diversi tratti ed in particolare al Km 1, al Km 4 e dal Km 9. Il provvedimento è stato disposto dalla Provincia di Forlì-Cesena in esecuzione al decreto disposto dal Giudice per le Indagini Preliminari nell’ambito di un procedimento pendente presso la Procura di Forlì a seguito di una segnalazione del 2018 avanzata dal Comitato toscano che è intervenuto varie volte per segnalarne lo stato di precarietà della strada. A darne notizia sono il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini (che è intervenuto sul posto sabato pomeriggio insieme al personale della Provincia, agli agenti della polizia stradale e agli ufficiali giudiziari) ed il presidente della Provincia Gabriele Fratto. Il problema che ha innescato  la  necessità di procedere riguarda il pericolo di caduta massi già attivo da anni, nelle zone più esposte del tratto stradale, con conseguenti possibili rischi per l’incolumità pubblica. <I sopralluoghi ci hanno consentito di predisporre sensi unici alternati nei quattro tratti pericolosi con possibilità di transito per i mezzi leggeri, ciò che non è invece possibile consentire per i mezzi pesanti di portata superiore alle 3,5 tonnellate, per i quali il transito è interdetto. Peraltro, si tratta di una soluzione che consente anche all’Ente provinciale di partire con i cantieri di ripristino e messa in sicurezza di alcuni tratti dei versanti che erano già stati organizzati per le prossime settimane e che gli ultimi eventi hanno fatto anticipare alla prossima settimana al fine di contenere quanto più possibile i tempi di intervento>. Servono 3 milioni di euro.

Argomenti:

pericolo

viabilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *