Chiusa la zona di Milano Marittima più colpita dalla tromba d’aria

Chiusa la zona di Milano Marittima più colpita dalla tromba d'aria
La devastazione provocata dalla tempesta di vento nel Cervese (foto Massimo Fiorentini)

CERVIA. Dopo la devastazione provocata dalla tromba d’aria, per fini precauzionali e per consentire il veloce ripristino degli alberi caduti, è stata chiusa l’area di Milano Marittima più colpita; vietato l’accesso a persone e mezzi come previsto da un’ordinanza emessa dal sindaco di Cervia Massimo Medri dettata appunto dalla “gravità dell’evento attualmente in atto che può comportare grave rischio per la pubblica e privata incolumità”. Il divieto di accesso riguarda anche del Parco Naturale di Cervia Pineta di Cervia e Milano Marittima.

Nel frattempo è iniziata la conta dei danni. Il Comune ricorda che “i proprietari delle abitazioni danneggiate dal crollo di alberi devono, nel caso di piante private, provvedere alla loro rimozione e alla verifica strutturale dell’immobile chiamando un tecnico competente prima di entrare in casa. Se invece gli alberi sono di proprietà pubblica, i cittadini devono segnalare il danno al Comando di Polizia locale, non entrare nell’abitazione e seguire le indicazioni suggerite per telefono, controllare lo stato delle reti e segnalare eventuali criticità”.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *