Cesenatico, una pedalata di beneficenza fino in Grecia

E’ iniziata questa mattina alle 9 dal monumento a Pantani l’avventura in bicicletta per beneficenza di due amici di 33 e 31 anni: pedaleranno per due settimane per raccogliere fondi per l’associazione “Still I rise”, guidata dal bresciano Niccolò Govoni. I due ciclisti sono il cesenaticense Luca Bubbolini e Ibrahim Bat, originario della Turchia e residente a Verghereto. E proprio la Turchia doveva essere la meta iniziale, ma poi si è scelto un altro percorso per problemi di quarantena al rientro.
E così il tour sui pedali che si svilupperà su oltre 2.500 chilometri, è diretto inizialmente verso Brindisi, poi in Grecia e in Albania, toccando nell’ordine Atene, Samos, Salonicco e Valona, per ritornare alla fine a Cesenatico. Non avranno alcun supporto esterno e i pernottamenti sono previsti in tenda.
Lo scopo di questa avventura è aiutare “Still I rise”, che con le sue scuole fornisce istruzione e soddisfa i bisogni primari dei bambini e dei ragazzi che popolano diversi crocevia di migranti profughi. Sono già attive scuole “Still I rise” in Turchia, Siria, Congo e Grecia. A quest’ultima verrà devoluto l’intera somma raccolta con offerte al link https://donorbox.org/still-i-ride-2021?language=it&t=updates#info.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui