Cesenatico, turisti depredati di 1.300 euro per una casa fantasma

Altri turisti raggirati da truffatori che spacciano appartamenti “fantasma” per luoghi dove trascorrere una vacanza al mare. La butta disavventura è capitata a una famiglia di Milano: marito moglie ultrasessantenni e l’anziana madre. Erano conviti di aver preso in affitto un appartamento al mare a Cesenatico per trascorrervi tutto il mese di giugno. Invece, una volta arrivati a Valverde, in via Mantegna, si sono accorti di essere incappati in una cocente trappola preparata da malviventi che in questo modo sono riusciti a spillar loro più di 1.300 euro. Era la somma a cui ammontava la caparra, pari al 40% di quanto pattuito. Una fregatura dopo aver pensato di aver stipulato un regolare contratto, che il finto contraente gli aveva inviato. La famiglia presa di mira, dopo avere sporto denuncia ai carabinieri di Cesenatico per l’accaduto, con il loro aiuto è riuscita a trovare una vera sistemazione. Si godrà le vacanze a Cesenatico, in un altro appartamento che è stato affittato tramite un’agenzia presente sul posto.

Il 1° giugno i malcapitati avevano fatto i bagagli, fiduciosi di trovare la loro casa di vacanza, che a quanto pare era stata “bloccata” versando un anticipo con bonifico. Si erano così messi in viaggio, chiamando al telefono il loro contatto per comunicargli il loro arrivo a Cesenatico e ritirare le chiavi dell’appartamento. Non erano però riusciti ad avere alcun contatto. Il telefono era costantemente muto. Si era così insinuato in loro il sospetto, purtroppo rivelatosi fondato e amaro. Arrivati a Valverde, in via Mantegna, i turisti lombardi hanno suonato al citofono in quella che sarebbe dovuta essere la loro meta per tutto giugno. Ma l’hanno trovata occupata dai legittimi proprietari, consci del fatto che il loro indirizzo sarebbe stato usato altre volte per questo tipo di raggiri.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui