Cesenatico: trovato con una mini-piantagione di droga in casa e ricoverato in Psichiatria

Erano intervenuti per placarne le ire in una furibonda lite con la madre. Ciò che non si aspettavano i carabinieri era di poter trovare della droga e tutto il necessario per mettere in piedi una mini piantagione di marijuana. Lui, 27 anni, non è finito in carcere ma si trova sotto costante osservazione clinica nel reparto di Psichiatria del Bufalini di Cesena.

I fatti sono avvenuti in una delle strade di campagna della zona di Sala. I militari dell’Arma erano stati chiamati ad intervenire in urgenza assieme ai sanitari del 118 per un giovane che era completamente fuori controllo. A chiedere aiuto i suoi parenti.

Si tratta di una persona dal precario equilibrio psichico a quanto pare. Ed era giunto all’ennesima lite con la madre per futili motivi. Non si riusciva a calmarlo. L’intervento del 112 non era di quelli insomma in cui era atteso l’emergere di droga.

Dopo essere riusciti a consegnare al 118 il 27enne, i militari hanno anche ispezionato casa. In una stanza di sua pertinenza esclusiva, tenuta costantemente sotto chiave a detta anche dei suoi parenti, è venuto fuori ciò che non si attendeva.

C’erano poco più di tre etti di marijuana pronti per essere consumati. Ma anche una sorta di mini fabbrica domestica di cannabis. Fatta di cinque piantine la cui crescita stava marciando spedita. Poi pannelli per l’alimentazione energetica, e ogni cosa necessaria per poter coltivare la cannabis. Tutto materiale che è stato sequestrato anche per cercare di capire se e quali principi attivi eventualmente portasse al suo interno. In condizioni normali ci sarebbero stati gli estremi per una imputazione ed una carcerazione. Ma lo stato mentale del 27enne evidentemente è tale che prima di tutto serve curarlo. Per questo si trova ricoverato nel reparto di psichiatria del Bufalini e soltanto successivamente verranno vagliate eventuali ipotesi accusatorie dalla magistratura.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui