Cesenatico, torna cuccagna di Garibaldi ma salta quella di luglio

La cuccagna per la Festa di Garibaldi tornerà a rifarsi quest’anno, dopo la cancellazione dell’edizione 2020. Non torna invece quest’anno la cuccagna dell’Adriatico.

Serviranno un super lavoro e mille accorgimenti per fare la Cuccagna dedicata all’Eroe dei due mondi. C’è da mantenere distanziamento, mettere comodo e a sedere il pubblico, probabilmente con limitazioni nel numero. E da “immunizzare” una sessantina di cuccagnotti componenti le dieci squadre di quartiere. Dopo la cancellazione dell’evento, lo scorso anno causa Coronavirus c’è dunque la certezza, che l’attesa cuccagna, per la Festa dell’estate di Cesenatico, la prima domenica di agosto di ogni anno, a ricordo dell’imbarco salvezza di Garibaldi e dei garibaldini dal porto, il 2 agosto 1849, tornerà di nuovo. La Festa di Garibaldiquest’anno incomincia sabato 31 luglio alle 21 dal vecchio Squero sul porto canale, con il Palio della cuccagna. In gara sono attesi dieci rioni cittadini: Villalta, Borella, Cannucceto, Madonnina Santa Teresa, Ponente, Valona, E’ Mont/Levante, Boschetto/Villamarina, Sala e Bagnarola. Per ovvie ragioni di sicurezza quest’anno non ci sarà la folcloristica cocomerata dei “Garibaldini” davanti alla Pescheria comunale. Così come non dovrebbe esserci la parata musicale delle squadre in costume, precedute dai rispettivi gonfaloni.

Se la Cuccagna di Garibaldi darà impulso e immagine al lento ritorno alla normalità estiva post pandemia da Covid, per la Cuccagna dell’Adriatico, quella che si tiene da qualche decennio a metà luglio, alla quale perdevano parte i cuccagnotti arrivati dai paesi di mare vicini a sfidare quelli di Cesenatico, occorrerà invece aspettare un altro anno.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui