Un altro incidente nel tratto “maledetto” dell’Adriatica, nella zona di ponente, già teatro di gravi sinistri stradali.

Poco dopo le 17,30 di ieri è avvenuto un tamponamento: una Smart ha violentemente colpito una Opel Insignia che la precedeva. Nell’utilitaria c’era un70enne, residente a Zadina di Cesenatico, imprenditore. Nella station wagonun ferrarese di Anita di 59 anni con la moglie. L’urto è stato violento e ha fatto scattare i soccorsi, compresi i vigili del fuoco che hanno evitato che la Smart potesse prendere fuoco. I rilievi di legge e la viabilità sono stati effettuati da due pattuglie della polizia locale. Il 118 ha mandato subito due ambulanze e una auto medicalizzata, mentre un ulteriore mezzo è stato inviato in un secondo momento.

I danni più gravi li ha riportati il 70enne, con un trauma cranico. Non è comunque in pericolo di vita ed è stato ricoverato nel reparto di Medicina d’urgenza dell’ospedale Bufalini di Cesena.

Meno gravi le condizioni dei due ferraresi: la donna è stata portata in ospedale a Rimini, mentre l’uomo in un secondo momento è stato condotto al Bufaliniper i controlli in pronto soccorso, ma le sue condizioni non destano preoccupazione.

Argomenti:

Adriatica

incidente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *