Cesenatico, sbronzi e molesti in strada: feriti e denunciati

Apprezzamenti pesanti nei confronti di una barista. Poi una battuta “di troppo” all’indirizzo della ragazza in compagnia di “un altro”. Insomma: dinamiche “classiche” da regolamento di conti nel cuore della notte, per ragazzini sbronzi nel parcheggio fuori dalla discoteca.

Solo che col coronavirus che imperversa a livello planetario le discoteche sono chiuse e ad alzare troppo il gomito sono gli adulti, evidentemente anche nel cuore del pomeriggio.

Così è finita a bottigliate in testa, sedie e tavoli scaraventati via, forze dell’ordine costrette a contenere fisicamente i litiganti e ambulanza del 118 per medicazioni e trasporto in ospedale.

Primo protagonista F.P.: un 38enne di origini pugliesi che si trova a Cesenatico per lavoro. Sta facendo la stagione in un albergo della zona. Era al Clandestino di viale Carducci poco dopo le 15 ed aveva palesemente esagerato con i cocktail tanto che, senza particolari inibizioni, importunava una barista con ostinata continuità.

Dall’altra parte V.N., 46 anni, romano di origini ma residente a Cesenatico. Altrettanto “allegro” a causa dell’alcol ma a spasso con la compagna. Alla quale il primo, mentre transitavano sul Carducci, ha lanciato degli apprezzamenti decisamente non graditi. Dalle parole si è passati alle vie di fatto in un lampo. Pugni, calci, sputi, lanci di sedie e tavoli di legno che cadevano. Sono fioccate le chiamate ai numeri di emergenza ed in poco tempo sono arrivati sul posto carabinieri, guardia di finanza e polizia di stato. I primi hanno bloccato e portato in caserma il lavoratore stagionale. I finanziari, con una pattuglia di quelle della Scuola della Fiamme Gialle arrivata di rinforzo per la stagione estiva, hanno faticato non poco ad immobilizzare il 46enne, che nel frattempo aveva subito un bottigliata in testa e perdeva sangue a profusione. L’uomo è stato caricato a forza in un’ambulanza del 118 seguita dall’auto medicalizzata e dalla vettura della Finanza fino al Bufalini di Cesena. Ha smesso di lanciare anatemi, insulti e sputacchi soltanto quando arrivato in pronto soccorso sono iniziate per lui le operazioni di medicazione e di sutura del profondo taglio alla testa.

La giornata è finita per tutti alla Tenenza della Guardia di Finanza di Cesenatico. Dove i due protagonisti dello scontro sono stati identificati a dovere e denunciati a piede libero per lesioni, resistenza, danneggiamenti oltraggio e manifesta ubriachezza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui