Cesenatico, Olimpiadi della matematica per 301 concorrenti

Dal 5 all’8 maggio si svolgeranno le finali nazionali delle Olimpiadi della matematica, giunte alla loro trentottesima edizione. Le Olimpiadi tornano in presenza dopo due anni in cui le gare, pur non fermandosi, si sono dovute tenere da remoto, e lo fanno sulla riviera romagnola, in quella di Cesenatico che le ospita fin dal 1989. I concorrenti giunti alle finali hanno superato due fasi preliminari: i Giochi di Archimede, gara a livello di istituto che ha coinvolto più di 100.000 ragazze e ragazzi, e la gara distrettuale, a livello provinciale, cui hanno partecipato in oltre 11.000. In campo, sui tavoli della Colonia AGIP, scenderanno 301 concorrenti, 31 studentesse e 270 studenti delle scuole secondarie di secondo grado italiane. Ad attenderli, non lontano dalla spiaggia e dalle onde dell’Adriatico, i finalisti troveranno 6 problemi da risolvere in 4 ore e mezza. Si tratta di problemi per i quali non è sufficiente una risposta numerica, ma è necessario sviluppare un’argomentazione rigorosa e completa che giustifichi la risposta: una dimostrazione. Oltre a questa gara, negli stessi giorni ci sarà anche la ventitreesima edizione nazionale della gara a squadre. A differenza delle gare individuali, dove ciascun concorrente è da solo nella propria sfida ai problemi, nelle gare a squadre i 7 rappresentanti di ogni scuola collaborano alla risoluzione dei problemi assegnati. A Cesenatico saranno presenti 101 squadre miste e 24 squadre femminili, per una finale a loro dedicata: questa gara punta a ridurre la differenza di partecipazione alle competizioni matematiche tra ragazzi e ragazze, che tuttora è presente, tanto in Italia quanto all’estero. 

Le gare a squadre mostrano quanto sia sbagliata l’immagine stereotipata della matematica: ben pochi assocerebbero la matematica a ragazze e ragazzi che corrono in un palazzetto per consegnare le risposte della propria squadra, mentre dagli spalti arrivano gli incoraggiamenti e il tifo del pubblico. È un’esperienza unica e inaspettata. Attraverso le gare olimpiche, sia individuali sia a squadre, la matematica, pur presente a scuola fin dalla primaria, si presenta sotto una nuova luce, lasciandosi riscoprire da studentesse e studenti. Le Olimpiadi di matematica sono organizzate dall’Unione Matematica Italiana attraverso la Commissione Olimpiadi, su bando del ministero dell’Istruzione, nell’ambito della valorizzazione delle eccellenze scolastiche. Il main sponsor è Huawei. Le finali nazionali si svolgono con il contributo e il patrocinio del Comune di Cesenatico in collaborazione con l’Istituto Statale di Istruzione Superiore ‘Leonardo da Vinci’ di Cesenatico

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui