Cesenatico, occupazioni di suolo pubblico prorogate fino al 31 marzo

La Giunta Comunale ha approvato quest’oggi la delibera per la proroga delle occupazioni di suolo pubblico fino al 31 marzo 2022, data fino a cui – per ora – rimarrà in vigore lo stato d’emergenza dovuto alla norme in merito all’emergenza sanitaria. Le occupazioni in essere erano state prorogate fino al 16 gennaio 2022, ultimo giorno di allestimento del Presepe della Marineria e adesso potranno beneficiare di un ulteriore allungamento temporale. La gratuità delle concessioni arriva fino al 31 dicembre 2021, ora la Giunta attende di capire quali saranno le misure nazionali in merito alla Cosap

La delibera dispone per la zona del Centro Storico (Via Armellini, via Moretti, Via Giordano Bruno e Corso Garibaldi) di mantenere il regime di tariffa ridotta e di permettere, fino al 31 marzo 2022 di mantenere le occupazioni in essere. Contestualmente alla proroga, sarà necessario ridurre l’occupazione denominata “Cesenatico XL” riportandola all’originaria metratura massima della propria concessione attuale.

Per quanto riguarda invece il resto del territorio comunale, vengono prorogate le occupazioni di suolo pubblico temporanee e ricorrenti, in particolare quelle denominate “Cesenatico XL” con l’occupazione dei relativi stalli blu di parcheggio sulla carreggiata. Anche questa proroga arriva fino al 31 marzo 2022.

“Dall’estate 2020 credo che l’Amministrazione, – quella precedente in continuità con questa -, abbia fatto tanto per quanto riguarda le occupazioni di suolo pubblico. Partendo da “Cesenatico XL” che è stato all’inizio un esperimento e poi è diventata una certezza fino a questa nuova proroga con cui abbiamo seguito appena possibile lo sviluppo delle norme nazionali. Aspettiamo di capire quello che succederà a marzo e che tipo di festività pasquali vivremo a Cesenatico”, le parole del sindaco Matteo Gozzoli.

“Appena ne abbiamo avuto possibilità abbiamo lavorato a questa delibera di giunta con una proroga che ha lo scopo di stare ancora una volta vicino alle attività che stanno ancora scontando le difficoltà dell’emergenza sanitaria. La gratuità delle concessioni scade al 31 dicembre 2021, e rimaniamo vigili per capire quali saranno le prossime disposizioni governative”, il commento della vicesindaca Lorena Fantozzi

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui