“Cesenatico noir”, al via il festival di Stefano Tura

"Cesenatico noir", al via il festival di Stefano Tura

CESENATICO. Già molti anni fa il regista Pupi Avati per il suo horror “Zeder” fece riprese a Cesenatico, individuando nel ridente borgo marinaro atmosfere di mistero; le condividono oggi anche gli scrittori noir che a Cesenatico raccontano trame della loro letteratura “di paura”, ma a contatto dell’abbraccio empatico di lettori che li accolgono coi sorrisi. Sono due opposti che si attraggono in “Cesenatico Noir, letterature con delitti”, festival ideato e diretto dal giornalista Stefano Tura che si rinnova per la 2ª edizione con il sostegno di Comune, Confesercenti Emilia Romagna e numerosi sponsor. Da giovedì 25 a domenica 28 luglio, sul terrazzo del Grand Hotel liberty alle 18, e nella simbolica piazza Ciceruacchio alle 21.30, si alternano una ventina tra scrittori, fumettisti, attori, musicisti che danno corpo ai propri racconti innestandoli di aneddoti e storie personali. Ne derivano incontri confidenziali e “d’effetto” allo stesso tempo. «Dicono che il libro più difficile è il secondo – interviene Stefano Tura- regola che vale anche per il Festival. Partito come scommessa, ha segnato immediato riscontro, con oltre tremila presenze, più di 700 libri venduti dall’indipendente “Cartamarea”, 35 mila contatti sui social in crescendo. È “terrificante” doverci ripetere migliorando, ma ci proviamo». Dopo l’anteprima con Joe Lansdale nella Notte Rosa, si parte giovedì 25 alle 18 sul terrazzo del Grand Hotel con Francesca Bertuzzi, il cui “Carnefice” ha vinto il premio Rossellini letteratura e cinema, qui con il nuovo “Fammi male”. Con lei il ravennate Matteo Cavezzali autore di “Icarus” su Raul Gardini ora con “Nero d’infermo”. Alle 21.30 in piazza Ciceruacchio ci sono Luca Crovi editore e scrittore con “L’ombra del campione”, in dialogo con lo svedese Arne Dahl interprete del giallo nordico. Alle 19.30 in galleria da Vinci si inaugura la mostra di fumetti “Zagor e il mare” di Moreno Burattini. Meno “mainstream” di altri fumetti, Zagor dal 1961 è il più longevo di Bonelli editore. I tre giorni clou del fine settimana vedono in successione le star Maurizio De Giovanni, Carlo Lucarelli, Massimo Carlotto, in dialogo con Sara Bilotti, Chiara Moscardelli dal giallo umoristico, e Ilaria Tuti caso editoriale con “Fiori sopra l’inferno”. Gli aperitivi da venerdì a domenica sono con Marcello Simoni e Barbara Baraldi, Patrick Fogli e Grazia Verasani, Sandrone Dazieri (quello del Gorilla) e Nicoletta Vallorani. «Credo che ciò che differenzia Cesenatico da altri festival siano le pari opportunità, qui autrici e autori sono in egual numero e a confronto. Aggiungo la qualità dei protagonisti, “top class” nelle vendite amati dai lettori». L’attore Ettore Nicoletti interpreta il reading dei romanzi, il pianista Alex Grilli crea il sound track di ogni serata. Sabato alle 23.30 si proietta “Vai col liscio” episodio della serie di Coliandro. Ingresso libero.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *