Cesenatico: ladro ruba dopo l’evento benefico

Spudorato e spregiudicato ladro solitario che deruba le attrezzature elettriche che erano servite nel fine settimana per allestire la festa di “Chi Burdél” di Villalta. Festa che ogni anno a fine estate viene organizzata in due giorni dai volontari per sostenere le cure e gli ausili medici di bambini malati o affetti da sindromi rare, oltre che raccogliere somme per fornitura e acquisto di materiali e strumenti medico-sanitari per gli ospedali.

Sabato e domenica scorsi la festa si era tenuta nella zona artigianale di Villalta con una grande partecipazione di pubblico, tra musica, cibo, convivialità e beneficenza. Al termine della festa i volontari di “Chi Burdel” hanno lavorato fino alle 3,30 di notte per smontare e riporre le attrezzature, distribuite attorno al palco sistemato al centro del parco dei platani. Gli strumenti e le cose più di valore erano state messe al riparo in un capannone artigianale. Ma da qui sono spariti 9 rotoli di pesanti cavi elettrici per l’alta tensione e 4 quadri elettrici che erano stati forniti in comodato d’uso da una cooperativa cesenaticense e che dovevano essere restituiti. Mercoledì mattina attorno alle 9 il materiale è stato tirato fuori per essere riconsegnato, nell’attesa sistemato e custodito sotto il palco, in un’area come quella artigianale di Villalta sempre particolarmente frequentata. Alle 10 tutto era ancora al suo posto, meno di un’ora e mezzo dopo, quando si è trattato di caricare per la riconsegna erano spariti i grossi cavi per l’alta tensione lunghi centinaia di metri e 4 dei 6 quadri elettrici utilizzati. Dalle telecamere della zona sarebbe stato visto un uomo a bordo di un furgone che ha gironzolato più volte in zona. Con una certa sfrontatezza ha giocato sul tempo come dimostrano le immagini: arriva e si piazza col furgone vicino al palco, apre i portelloni, carica come un forsennato il pesantissimo materiale e si dilegua fiducioso di non poter essere scovato.

Gli organizzatori di “Chi Burdél” hanno denunciato il furto ai carabinieri di Cesenatico. Considerato la scopo benefico della manifestazione fanno appello al buon cuore del ladro affinché faccia ritrovare (anche in altro luogo) la refurtiva. Questo per non fare venire a meno al piccolo Diego (cui i proventi erano destinati) anche solo una parte di quelle ricorse da destinare alle cure di cui ha necessità.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui