Cesenatico, la Regione chiede che si torni a pescare il tonno rosso

La Regione Emilia Romagna contraria all’iniziativa della Commissione europea di ridurre ancora la pesca nell’Adriatico, per una percentuale che si aggira poco sopra al 15 per cento. Rilancia invece chiedendo che al largo delle costa si possa ricominciare la pesca al tonno rosso.

Per l’assessore Alessio Mammi è paradossale che questa pesca in alto e medio Adriatico sia preclusa ai pescatori italiani ed emiliano romagnoli, mentre sia poi esercitata in totale appannaggio da quelli croati. Pesca un tempo in uso con il sistema a circuizione da parte della marineria di Cesenatico, che ha esercitato con continuità dal 1951 al 2007, anno in cui era stata fermata dopo una riassegnazione delle quote. Praticata fin da quando le barche si erano dotate di reti adatte e motori marini più potenti da potersi spingere al largo a inseguire i veloci branchi di tonno che nuotavano in prossimità delle superficie del mare. Di fatto nel 2007 la riassegnazione delle quote di pesca del tonno rosso ha fatto sì che per tutto l’Adriatico si creasse una sorta di moratoria di pesca alla specie. Senza che la marineria di Cesenatico potesse continuare anche stagionalmente questo tipo di pesca pelagica. La Regione ha avanzato ora la richiesta del ripristino di quote di pesca del tonno rosso in Adriatico, anche dopo le sollecitazioni dell’associazione Produttori Pesca Scarl., della cooperativa “Casa del pescatore” di Cesenatico, delle associazioni dei pescatori e di altri soggetti del territorio.

Per l’assessore regionale all’agricoltura e pesca, Alessio Mammi,«c’è la necessità di salvaguardare il comparto ittico da decisioni che diminuirebbero in maniera irreversibile il lavoro e il guadagno dei pescatori; e dall’altra parte serve la reintroduzione della pesca del tonno rosso anche sulle coste romagnole. Dal 2007 l’attività di pesca del tonno rosso nell’alto Adriatico è divenuta monopolio pressoché esclusivo della flotta croata, che attualmente dispone di 11 pescherecci e quote tonno riservate. In questi ultimi anni peraltro la presenza del tonno rosso è notevolmente aumentata in Adriatico, una proliferazione che sta avendo pesanti impatti sui piccoli pelagici come alici e sarde e altre specie di cui il tonno è vorace».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui