Cesenatico, la Festa dell’Uva di Cannucceto torna dopo due anni

Come da tradizione coi bei grappoli maturi sui tralci da raccogliere e gli odori della vendemmia tra i filari, che van per l’aria, in questa estate particolarmente siccitosa, a Cannucceto ritorna la “Festa dell’Uva”. Da tre lustri a questa parte l’appuntamento è sempre il primo sabato del mese di settembre al Circolo Endas di Cannuccetto, ma negli ultimi due anni a causa del Covid era saltato. Così domani, l’occasione sarà propizia per una nuova edizione, che ha il contributo del locale Comitato di zona e il patrocinio del comune di Cesenatico e che si preannuncia frequentata, con l’arrivo di gente previsto anche da fuori paese.

Si incomincia alle 18.30 al circolo Endas di via Montaletto. Si proporranno ai partecipanti i gustosi piatti tipici romagnoli a base di affettati, formaggi, torte, frutta di stagione e immancabile la piadina. Il tutto allietato da musica, balli e giochi come quelli che si ricordano di un tempo. Ad allietare la festa gli stand gastronomici e la tradizionale pigiatura dell’uva. A intrattenere il pubblico sarà la Compagnia teatrale dialettale in “Are you reading?”, mentre la serata sarà allietata dalla musica dal vivo di Daniel Angelini.

Nel palinsesto della Festa dell’Uva di Cannucceto non poteva mancare anche quest’anno la dimostrazione tradizionale della pigiatura con i ragazzi vestiti da giovani contadini di una volta, e le giovani, ritornate a interpretare il ruolo delle loro ave alle prese con quel rito millenario della pigiatura.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui