Cesenatico: iniziata la demolizione della scuola di viale Torino

CESENATICO. Il primo passo per costruire il futuro è superare il passato: sono iniziati in questi giorni, e andranno avanti presumibilmente tutta la prossima settimana, i lavori di demolizione della scuola di Viale Torino. Dopo questa fase potranno cominciare così i lavori per la realizzazione della nuova scuola, un’opera attesa da tutta la città. La ditta che si è aggiudicata l’appalto per la realizzazione dei lavori è la ditta SOCIM Spa e la direzione dei lavori invece è stata affidata a un gruppo di professionisti con a capo l’Architetto Marco Rizzoli.

La demolizione

La ditta che si sta occupando della demolizione ha preso tutte le necessarie precauzioni per ridurre i rumori e il diffondersi delle polveri provenienti dalle macerie per ridurre l’impatto dei lavori sulle case e le strutture ricettive adiacenti. Sono presenti infatti delle barriere mobili per limitare il trambusto e anche dei pannelli fono assorbenti, della tipologia di quelli usati ai bordi della autostrade, fissati ai lati del cantiere. Vicino alle ruspe inoltre è stato predisposto un cannone nebulizzatore che spara acqua al fine di abbassare le polveri che si vengono a creare. Vista la peculiarità della demolizione non sono state concesse deroghe all’ordinanza comunale che vieta l’uso di macchinari rumorosi dalle ore 13 alle ore 16 e dalle ore 20 alle ore 9. I lavori sono iniziati nel mese di agosto al fine di rispettare il cronoprogramma e poter procedere con i lavori entro i termini previsti dal bando.

Il progetto

Il finanziamento ministeriale arrivato nel 2017 è di oltre € 4.800.000, mentre l’importo del mutuo stipulato dal Comune con la DD.PP ammonta a € 1.646.760,00 che rappresentano il 25% del conto dell’intero intervento pari a € 6.526.760,00. L’Amministrazione nel 2018 aveva indetto un innovativo percorso di progettazione in due fase e in forma anonima con la collaborazione del Consiglio Nazionale degli Architetti e il patrocinio degli ordini provinciali degli Architetti e degli Ingegneri. Ad aggiudicarsi la gara per la progettazione della nuova scuola primaria è stato lo studio Iotti e Pavarani di Reggio Emilia con il progetto intitolato “Paesaggi”, un complesso innovativo che unisce l’attenzione al contesto urbano del quartiere Boschetto alla sostenibilità, uno spazio aperto alla comunità che oltre a ospitare 250 alunni avrà una palestra e spazi per tutta la cittadinanza. La scuola ospiterà anche la mensa e al perimetro della scuola saranno annessi 1.935 mq di verde pubblico e 63 mq di parcheggio pubblico. L’edificio che nascerà sarà un luogo all’avanguardia e il progetto, come suggerisce il nome, punta a creare un sistema di “Paesaggi”, luoghi immersivi capaci di innescare un mutuo scambio tra l’ambiente e i suoi abitanti: i bambini della scuola, mettendo il rapporto con la natura al centro del percorso di crescita.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui