I luoghi della cultura di Cesenatico tendono la mano verso la cittadinanza e si sono riorganizzati per non rimanere fermi dopo la chiusura decretata dall’ultimo Dpcm in vigore, per ora, fino al 3 dicembre 2020. Visto che sia la biblioteca comunale che i musei dovranno rimanere chiusi, l’amministrazione in sinergia con dipendenti e dirigenti comunali, ha ideato una serie di proposte per tenere viva la cultura di Cesenatico.

Alla biblioteca comunale è attivo da oggi i servizio di prestito su prenotazione: gli utenti potranno prenotare i libri via telefono o via mail e procedere al ritiro il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 18.30 mentre il martedì, il giovedì e il sabato dalle 9 alle 13. Il ritiro ovviamente avverrà seguendo tutte le norme del distanziamento ed evitando ogni tipo di contatto. È sempre disponibile il catalogo dei libri che si possono trovare, recentemente integrato con diversi nuovi arrivi, all’indirizzo https://scoprirete.bibliotecheromagna.it/opac/.do).

Per le prenotazioni bisogna rivolgersi al numero  0547-79264 o scrivere all’indirizzo di posta elettronica biblioteca@comune.cesenatico.fc.it.

In questi giorni partirà inoltre un’ulteriore servizio per il prestito libraio dedicato ai cittadini over 65 che potranno usufruire del servizio di prestito a domicilio: i libri arriveranno direttamente a casa. A gestire le consegne e i ritiri saranno due operatori del Servizio civile nazionale in forza alla biblioteca. Il servizio partirà a breve e tutte le modalità saranno presto comunicate.

Il Museo della Marineria, la Galleria Da Vinci e Casa Moretti dovranno rimanere chiusi almeno fino al 3 dicembre 2020, ma l’intento è quello di non fermare la loro attività implementando l’offerta di eventi on-line a disposizione degli utenti. I social network stanno diventando molto importanti anche all’interno della comunicazione culturale e nei prossimi mesi saranno annunciati eventi in diretta facebook e instagram per cercare di creare un palinsesto culturale che riesca ad andare avanti rispettando tutte le regole per il distanziamento interpersonale.

“Ritengo quello delle biblioteche e dei musei uno dei tanti servizi essenziali a cui siamo costretti a rinunciare, almeno in parte, durante questo periodo così delicato. Queste iniziative che abbiamo pensato e messo in campo hanno lo scopo di stare vicino alla cittadinanza anche dal punto di vista culturale”, le parole del sindaco Matteo Gozzoli.

“Quando ci sono i problemi, dentro poi possiamo anche trovarci le soluzioni: questo 2020 ci sta mettendo davanti a problematiche nuove, ma è importante farci trovare pronti e reattivi. La sicurezza e la salute di tutti sono importanti e se possiamo garantire queste, portando avanti anche la vita culturale di Cesenatico allora ben venga. Ringrazio tutti i dipendenti del Comune di Cesenatico che con entusiasmo e intraprendenza si stanno lanciando in queste nuove iniziative”, il commento dell’assessora Emanuela Pedulli.

Argomenti:

biblioteca

musei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *