Cesenatico, i pescatori riscaldano l’inverno dei senzatetto

I pescatori del gruppo “Tra il cielo e il mare” vanno in soccorso ai senzatetto per il progetto “Nessun dorma al freddo”. E intanto non si è mai fermato anche il lavoro di sostegno alle famiglie in difficoltà alimentare. Ammontano a ben 9.000 euro i proventi del Festival del mare che l’associazione impiegherà allo scopo. «Questi progetti, partiti già da alcuni anni – spiega il team di “Tra il cielo e il mare”, capitanato da Nevio Torresi – sono stati particolarmente importanti in questo lungo periodo di pandemia, che ha visto crescere i bisogni primari, a causa di un impoverimento diffuso». Obiettivo dell’associazione è quello di contribuire a risolvere situazioni e non trovarsi impreparati in vista degli imminenti mesi invernali. L’ultima edizione di “Tra cielo e mare-incontriamoci con i pescatori”, svoltasi nell’ultimo fine settimana di agosto, ha visto una buona partecipazione di pubblico e di commensali». La vendita del pesce catturato per l’occasione dai marinai dei motopesca “Gabbiano IV”, “Rimas” e “Zamo”, che hanno avuto speciale autorizzazione dal Ministero un’autorizzazione speciale ad andare in mare per la pesca, unitamente ai proventi della festa, ha prodotto 9.000 euro, che saranno impiegati per finanziare il progetto.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui