Cesenatico, gli anziani tornano a ritrovarsi, divertirsi e imparare

Il Centro sociale “Anziani insieme, che nonostante un calo consistente del numero di soci rispetto agli anni pre-Covid ne conta ancora oltre 600 soci, rimette in modo i propri apprezzati e partecipati eventi ricreativi. Anche durante la pandemia le attività socio-assistenziali e sanitarie non si sono fermate, come rivendica con orgoglio il presidente Otello Guidi, che sottolinea che «il Centro non ha mai smesso di funzionare ed elaborare idee e iniziative nuove aperte alla città». Ma ora si torna a curare anche la parte più all’insegna dell’aggregazione. Con l’intervento del sindaco Matteo Gozzoli, due giorni fa si è tenuta al Museo della marineria l’attesa presentazione pubblica delle attività programmate per la stagione 2021-2022, sia al Centro sociale di viale Torino, sia all’Università degli adulti. Il sindaco a ricordato la doppia valenza di una realtà che è «un punto di riferimento certo di Cesenatico, che abbina le iniziative ricreative per i suoi iscritti e la funzione sociale a favore dell’intera comunità». Il sindaco, allargando il campo della riflessione, ha anche parlato di come Cesenatico, una volta superato il Covid, tornerà a espandersi sotto l’aspetto culturale, anche migliorando le dotazione tecniche, come avvenuto per il teatro e l’impianto museale. Il presidente Guidi ha invece presentato il nuovo corso del Centro, le cui attività in presenza «saranno fatte dietro presentazione del certificato verde, quando possibile usando la mascherina e nel rispetto dei protocolli anti-contagio». L’elenco della attività proposte comprende ginnastica dolce, pilates, ginnastica posturale, hatha yoga, meditazione, corsi di nuoto, di ginnastica dolce in acqua, di zumba fitness, di ballo, di creatività di uncinetto e di ginnastica della memoria, e incontri pubblici formativi e informativi sulle demenze e di socializzazione. Intanto, sta già prendendo il via qualche attività sociale, come la “Festa dei nonni”, ogni giovedì del mese. La prima è in calendario il 4 novembre. Poi ci sono i “Caffé del mare” per malati di Alzheimer e familiari, ma anche attività di pittura, ballo e ginnastica per il piacere di stare insieme e per il mantenimento fisico. Riattivato il servizio bar, aperto delle 14 alla 17.30, con la lettura dei giornali, presto torneranno anche gli appuntamenti gastronomici».

C’è poi l’impegno sul versante socio-sanitario, all’insegna della sussidiarietà, a cominciare dall’accompagnamento e trasporto gratuito delle persone in ospedali e case di cura, per esami e visite mediche. «Un servizio quest’anno effettuato già 240 volte», afferma Guidi. Importanti anche la fornitura in comodato d’uso di ausili medici, come carrozzine e deambulatori. Il servizio infermieristico, che assicura iniezioni terapeutiche intramuscolari, medicazioni e bendaggi e misurazione della pressione, ha erogato 250 prestazioni eseguite. Da non dimenticare i prodotti di prima necessità, ritirati dal Banco alimentare di Imola e distribuiti a 25 nuclei familiari bisognosi. La vigilanza davanti alle scuole è un altro servizio molto utile. I servizi socio-sanitari prestati nel corso del 2021 – riepiloga Guidi – sono rimasti nella media del periodo pre-Covid, fatte salve le restrizioni delle strutture sanitarie.

Fermento anche all’Università degli adulti. Lo storico coordinatore Marcello Salucci promette che si recupererà quanto è andato perso per il Covid, ma chiarisce che «il programma della scorsa stagione è stato comunque effettuato, posticipandolo per una volta all’estate e allargandolo così ai turisti in vacanza, negli hotel “Leonardo” e “Lalla”, al Camping Cesenatico, nei Bagni “Milano”, “Venezia” e “Brasil”, oltre che al Museo della marineria». Adesso però torneranno a tenersi una decina di corsi e una dozzina di conferenze. Sarà riproposto il “Salotto d’autore” con Alma Perego, più le uscite per mostre, borghi e città d’arte. La prima è in programma oggi in paesi caratteristici delle Marche e del Montefeltro. Seguirà una trasferta di una settimana in Maremma. Ma le bellezze esistono anche “in casa” e allora un esperto illustrerà le specie botaniche presenti nel parco di Cesenatico. Per quel che riguarda i corsi, ci saranno quelli di lingue (inglese e spagnolo), pittura, storia dell’arte (sul tema dell’arte della guerra dal ’600 di Ruben al romanticismo di Delacoix), latino e la novità del corso di analisi logica per rispolverare gli aspetti basilari della nostra lingua, parlata e scritta.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui