L’Amministrazione Comunale ha presentato in questi giorni il bilancio di previsione 2021-2023 alle organizzazioni sindacali e alle associazioni di categoria del territorio dopo settimane intense di lavoro che hanno coinvolto il Sindaco Matteo Gozzoli, l’Assessore Jacopo Agostini di concerto insieme alla giunta e al Dirigente di riferimento Riccardo Spadarelli. Le linee guida saranno presentate nel prossimo Consiglio Comunale del 30 novembre con l’obiettivo di approvare il bilancio preventivo 2021-2023. E sarà un bilancio di previsione che dovrà fare i conti per la prima volta con l’emergenza sanitaria e la pandemia che è stata, certamente, motivo di un’ingente diminuzione delle entrate all’interno delle casse comunali.

Le entrate

In fase previsionale si registra un calo delle entrate stimato intorno a € 1.500.000,00 rispetto alle previsioni iniziali del 2020. Per quanto riguarda le imposte, l’Amministrazione Comunale ha deciso di confermare la stessa aliquota IRPEF prevista per il 2020 con lo 0,7 per mille. Scendono anche gli introiti previsti dall’IMU con una previsione di incasso minore di € 200.000,00. La cifra totale prevista invece per la tassa di soggiorno sarà di € 1.950.000,00 ovvero in discesa di oltre € 230.000,00 rispetto al previsionale 2020.

Inoltre sono previste minori entrate da sanzioni amministrative, tassa di occupazione del suolo pubblico, tariffe di parcheggio e affissioni. Una novità sul fronte delle entrate è la previsione legata all’imposta IMPI, ovvero l’IMU sulle piattaforme, con l’Amministrazione Comunale che ne prevede la riscossione di una prima rata di € 800.000,00 come previsto dal Decreto Legge 124/2019.

Sul fronte della lotta all’evasione le stime di entrata si aggirano attorno ai € 1.3000.000,00 per quanto riguarda l’IMU e ai € 500.000,00 per quanto riguarda la TARI.

La spesa corrente

A fronte di una riduzione delle entrate ci sarà anche una riduzione della spesa corrente di circa € 1.5000.000,00 garantendo ugualmente tutti i servizi erogati dal Comune con aumenti tendenziali nella spesa collegata alle attività scolastiche e sociali. In ambito educativo la previsione di spesa è stata quantificata in un impegno di oltre € 1.000.000,00 di servizi di cui più di € 600.000,00 per l’assistenza all’handicap. Dalla Regione Emilia-Romagna sono arrivati circa € 78.000 per i nidi ed è confermata il fondo per il sostegno alle nuove imprese di Cesenatico per € 30.000,00.

Il piano investimenti

Nel triennio 2021-2023 sono in previsione oltre € 25.000.000,00 di lavori. La linea di mandato va avanti nel segno della progettazione con la candidatura di progetti a bandi europei, statali e regionali. Tra i progetti più importanti che vedranno il via nel 2021 c’è la riqualificazione del Waterfront di Ponente per cui è previsto un investimento di € 4.200.000,00 con anche € 1.000.000,00 previsti per il 2022.

Guardando ulteriormente avanti nel 2022 e sono previstiinvestimenti per la riqualificazione della Vena Mazzarini e nel 2022-2023 oltre € 1.000.000,00 per Piazza Volta a Villamarina e l’Ex-Lavatoio di Via Cecchini.

Anche per il bilancio 2021 rimane alta l’attenzione sul tema delle manutenzioni. Il piano asfalti 2021 prevede, infatti, un investimento di € 1.000.000,00 a cui vanno aggiunti € 250.000,00 per il potenziamento della pubblica illuminazione (lo stesso è previsto sia per il 2022 che per il 2023), e € 100.000 per messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e l’eliminazione delle barriere architettoniche. Nel 2021 sono previsti anche € 150.000,00 per la ricostruzione del Ponte di Via Vetreto e sempre nel 2021 partono le verifiche al Ponte di Viale Roma e al Ponte del Gatto.

Ampia attenzione è dedicata ad un tema fondamentale per il futuro della comunità: l’edilizia scolastica. Mentre è in corso il cantiere per la nuova scuola di via Torino (già interamente finanziato con il bilancio 2019-2020, prende corpo la programmazione sugli interventi necessari al miglioramento sismico delle scuole del territorio comunale. Si parte con un intervento in programma sul 2021 di miglioramento sismico della scuola Media Arfelli per un importo di 500.000 euro. Per il 2022 sono anche previsti € 600.000,00 per la ristrutturazione della Scuola di Via Caboto e per il 2023 € 400.000,00 per la ristrutturazione della Scuola Ricci Ortali di Villalta.

Sono previsti € 50.000,00 per la verifica della vulnerabilità sismica degli edifici, € 35.000,00 (la stessa cifra è stata prevista anche per il 2022 e per il 2023)per la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici.

Argomenti:

bilancio

comune

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *